Oggi la Chiesa festeggia San Nicola da Tolentino: ecco le sue più belle frasi e preghiere

Breve biografia della vita di San Nicola da Tolentino, frasi e preghiere per le anime del purgatorio e miracoli.

San Nicola da Tolentino

Biografia San Nicola da Tolentino




San Nicola da Tolentino nacque nel 1245 a Castel Sant’Angelo, oggi Sant’Angelo in Pontano (Macerata), fu chiamato Nicola perchè i suoi genitori chiesero l’intercessione a San Nicola di Bari per avere un figlio.

Dalle biografie risulta che fin da bambino ascoltava molto volentieri la parola di Dio ed era molto accogliente verso i poveri.

Nel 1259 ca. una predica di un frate dell’Ordine degli Eremitani di Sant’Agostino, spinse Nicola a prendere la decisione di entrare a far parte di quell’Ordine, divenendo prima oblato e poi sacerdote nella comunità agostiniana.

Dal 1275 per trenta anni rimase nel convento dei Frati Eremitani di S.Agostino a Tolentino, sempre sorretto da fede gioiosa condusse una vita contraddistinta da grande pietà, molte penitenze, fervente preghiera, ampia disponibilità verso gli altri.

Morì a Tolentino il 10 settembre 1305, fu canonizzato nel 1446. La salma situata nella cripta dell’attuale Santuario, si mantenne incorrotta fino al 1345, negli anni successivi subì l’amputazione delle braccia ma siccome versarono sangue, il tentativo fallì e quelle braccia divennero a loro volta oggetto di culto.

Nel 1926 furono ritrovati i resti di San Nicola e ricongiunte le braccia. La devozione di S. Nicola è sempre stata legata al segno dei panini benedetti, che ha origine da un episodio della vita del Santo, il quale ammalatosi gravemente guarì per intercessione della Madonna, che gli apparse in visione suggerendogli di mangiare un pane bagnato nell’acqua.

Da quel giorno San Nicola era solito distribuire il pane benedetto ai malati che visitava, dicendoli di affidarsi alla Vergine Maria per ottenere la guarigione dalla malattia e la liberazione dal peccato.

San Nicola è il protettore delle anime del Purgatorio, della Chiesa universale nei problemi riguardanti l’ecumenismo, inoltre è invocato dalle puerpere, sulle difficoltà dell’infanzia e dello sviluppo e in genere in ogni difficoltà.

Frasi e preghiere a San Nicola

– O Dio onnipotente e misericordioso, con fiducia a te rivolgiamo la nostra preghiera, interponendo l’intercessione di san Nicola, tuo servo fedele e nostro particolare protettore: soccorri con prontezza e benevolenza quanti invocano forza nella prova e conforto nel dolore.

– O san Nicola, tu che durante la tua vita hai condiviso le sofferenze dei più bisognosi e ti sei prodigato nel consolare afflitti e malati, vieni in nostro aiuto: presenta al Padre buono e provvidente, la nostra richiesta di guarigione nel corpo e nell’anima, in modo che ci sia donata una nuova occasione di gratitudine per i benefici dispensati in virtù dei meriti infiniti di Gesù Cristo, nostro Salvatore. Amen. Pater, Ave, Gloria.

Protezione dei bambini e delle famiglie

– O san Nicola, guarda benigno i nostri figli, falli crescere e maturare come uomini e come cristiani. Tu che sapesti essere tanto vicino agli uomini e in modo particolare ai bambini e ai giovani che sostenevi con la tua amicizia e illuminavi con i tuoi consigli, prenditi cura anche dei nostri figli, avvicinali al Signore, preservali dal male e prega perché la benedizione di Dio li accompagni sempre.

– O S. Nicola amico di Dio e nostro amico, tu che sei stato così sensibile alle esigenze dei giovani guidandoli con la sapienza dei tuoi consigli, continua dal cielo, come padre e fratello, a manifestare la tua sollecita premura per noi. Proteggi le nostre attività: lo studio, il lavoro, il servizio ai bisognosi, il nostro impegno nella Chiesa. Custodisci e purifica i nostri affetti. Illumina le nostre scelte perché siano secondo il cuore di Dio. Sii per tutti noi un attento e dolce compagno di viaggio.

– O San Nicola, luminosa guida per le famiglie, tu che sai quanto sia importante avere dei genitori che credano nel Signore e siano animati da una fede profonda, prega per noi padri e madri, perchè l’insegnamento con le nostre parole sia sempre accompagnata da una vita santa e i nostri figli possano crescere innamorati di Cristo.




Redazione Papaboys  

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome