Pubblicità
HomeTestimoniumOggi, 9 Giugno 2021, la Chiesa ricorda la Beata Anna Maria Taigi,...

Oggi, 9 Giugno 2021, la Chiesa ricorda la Beata Anna Maria Taigi, la mistica del sole luminoso

Oggi la Chiesa ricorda la Beata Anna Maria Taigi

A Roma, beata Anna Maria Taigi, madre di famiglia, che, pur maltrattata da un marito violento, continuò a prendersi cura di lui e a provvedere all’educazione dei suoi sette figli. No trascurò mai la sollecitudine spirituale e materiale per i poveri e gli ammalati.

La vita

Anna Maria nasce a Siena il 29 maggio 1769. Era figlia di un farmacista, ma la sua famiglia andò incontro a un dissesto finanziario e si trasferì da Siena a Roma in cerca di lavoro: Anna Maria Giannetti studiò inizialmente presso le Maestre Pie, poi, dopo essere stata ammalata di vaiolo, in una scuola di lavori femminili.

Iniziò a lavorare come cameriera a palazzo Maccarani, dove conobbe il futuro marito Domenico Taigi, servitore dei principi Chigi (uomo dal carattere molto difficile). I due si sposarono nel 1789 ed ebbero sette figli, tre dei quali morirono in tenera età.

Rimasta scossa per aver ascoltato da sua madre una lettura sul Giudizio Universale, decise di abbracciare una vita di digiuno e penitenza.

Nel 1790, presso San Carlino alle Quattro fontane, fu aggregata al terz’ordine secolare dei trinitari scalzi.

Mistica

Si rivolgevano a lei, per un consiglio, vescovi, cardinali, papi e uomini di Stato.

Ebbe fama di possedere doti mistiche e operare guarigioni: a lei si rivolse anche Maria Luisa di Borbone-Spagna, regina consorte d’Etruria, affetta da crisi epilettiche dalle quali sarebbe guarita grazie all’intercessione della futura santa.

Beata Anna Maria Taigi
Beata Anna Maria Taigi

Il Sole Luminoso

Tra i suoi carismi spicca quello di un globo luminoso come un sole in miniatura, che avrebbe brillato davanti ai suoi occhi per 47 anni, dal 1790 alla morte: in esso, sospeso a una distanza di un metro dal suo viso e sovrastandolo di circa venticinque centimetri, avrebbe visto avvenimenti passati e futuri, e lo stato delle anime di vivi e defunti. Riferì che le causava dolore soprattutto vedere le anime finire all’inferno, dopo aver assistito al loro giudizio e conoscendo quindi le ragioni della condanna.

Questa straordinaria laica vissuta nella Roma dell’Ottocento fu la prima donna popolana che ha raggiunto la perfezione cristiana nella vita matrimoniale. Prima di lei molte donne hanno avuto gli onori degli altari, ma non erano sposate. Oppure erano vedove o religiose, regine o principesse. Fu una donna di grande carità per gli ultimi, faceva anche le elemosina per i poveri.

Morte e culto

Muore il 9 giugno 1837 a Roma. Fu proclamata beata da papa Benedetto XV il 30 maggio 1920.

Il suo corpo si conserva a Roma, nella Basilica di San Crisogono nella Cappella a lei dedicata. (Vatican Insider – Autore: Giuseppe Brienza)

Redazione Papaboys

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
9,931FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

5 cose sulla Divina Misericordia

La potenza della Divina Misericordia spiegata in 5 punti da Santa...

5 frasi di Santa Faustina sulla Divina Misericordia La Chiesa ha il diritto e il dovere di rivolgersi alla misericordia di Dio ECCO 5 COSE CHE...