Pubblicità
HomeTestimoniumOggi, 29 Giugno, la Chiesa festeggia San Pietro: il primo papa della...

Oggi, 29 Giugno, la Chiesa festeggia San Pietro: il primo papa della storia. Invocalo con la potente supplica!

San Pietro: ecco la straordinaria vita del primo papa

Simone detto e poi conosciuto come San Pietro è stato uno dei dodici apostoli di Gesù

La vita

Nasce a Betsaida in Galilea da poveri genitori. Nei vangeli, San Pietro, è presentato come figlio di Giona o di Giovanni ed era il fratello di Andrea, anche lui apostolo; entrambi furono scelti e chiamati sul lago di Galilea da Gesù. Era stato apostolo di Giovanni Battista. Si dice che non sapesse né leggere né scrivere.

Divenne apostolo di Gesù la miracolosa pesca nel lago di Galilea, celebre la frase del Messia a Pietro «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini». L’apostolo fece parte di una cerchia ristretta (insieme a Giovanni e Giacomo) dei tre che assistettero alla resurrezione della figlia di Giairo, alla trasfigurazione nel monte Tabor e all’agonia di Gesù nell’orto degli ulivi. Tentò di difendere il Maestro dall’arresto, riuscendo soltanto a ferire uno degli assalitori.

San Pietro: ecco la straordinaria vita del primo papa
San Pietro: ecco la straordinaria vita del primo papa (Foto di Peter H da Pixabay)

Pietro venne nominato dallo stesso Maestro capo dei dodici apostoli e promotore dunque di quel movimento che sarebbe poi divenuto la prima Chiesa cristiana.

«E io ti dico che sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le porte dell’inferno non prevarranno contro di essa. Ti darò le chiavi del regno dei cieli e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».

Umanissimo nella sua fragilità, Pietro è, come gli altri discepoli, smarrito nel momento terribile della condanna e dell’agonia di Gesù quando rinnegherà per tre volte Gesù. «Non conosco quell’uomo»: con queste parole per tre volte rinnega pubblicamente Cristo, abbandonandolo di fatto al suo destino.

Eppure, paradossalmente, proprio questo episodio gli consente di sperimentare, forse più di chiunque altro, l’abbraccio della misericordia. «Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro?», gli domanda per tre volte il Risorto, rinnovando poi subito la chiamata a guidare il gregge dei fedeli «Pasci le mie pecorelle».

Una chiamata cui, dopo la Pentecoste, l’apostolo consacra la vita, diventando un riferimento per i Cristiani a Gerusalemme, in Palestina, ad Antiochia, e operando miracoli nel nome di Gesù.

Successivamente si trasferì a Roma per continuare la sua predicazione e fonderà la prima Chiesa. Muore martire della fede sotto le persecuzioni dell’Imperatore Nerone. Viene crocifisso all’ingiù intorno al 67 d.C.

Nella Chiesa cattolica san Pietro è ricordato come il santo patrono dei fornai, costruttori di ponti, macellai, pescatori, mietitori, cordai, orologiai, fabbri, calzolai, tagliapietre, costruttori di reti da pesca e di navi; è anche il patrono della longevità e del papato ed è invocato per intercedere in caso di rabbia, problemi ai piedi e febbre. È anche il patrono, come primo papa, della Chiesa universale. A Roma Pietro e Paolo sono venerati insieme, come colonne fondanti della Chiesa.

Sulla sua tomba si sono inginocchiati Papi, imperatori, principi e milioni di fedeli.

LEGGI ANCHE: Il Crocifisso miracoloso che fermò la peste a Roma e che il mondo ha visto in San Pietro nel vortice della pandemia…

Preghiera a San Pietro

Glorioso Apostolo Pietro,

ci rivolgiamo a te,

con la certezza di essere

compresi ed esauditi.

Tu che chiamato dal Signore,

con generosità lo hai seguito

e, divenuto suo discepolo,

primo fra tutti,

lo hai proclamato Figlio di Dio.

Tu che hai sperimentato

l’amicizia, sei stato testimone

della sua angoscia e della sua gloria.

Tu che, pur avendolo rinnegato,

hai saputo scorgere nel suo sguardo

l’amore perdonante.

Chiedi per noi al tuo Maestro e Signore

La grazia della sequela fedele.

E, se con certi nostri atti,

anche noi dovessimo rinnegare

il Cristo, fa che, come te,

ci lasciamo guardare da Lui

e, pentiti, possiamo ricominciare

il cammino della fedeltà e dell’amicizia

che concluderemo, insieme con te,

in cielo accanto a Cristo nostro Signore. Amen.

Preghiera ai Santi Pietro e Paolo

Per iscriverti gratuitamente al canale YouTube della redazionehttps://bit.ly/2XxvSRx ricordati di mettere il tuo ‘like’ al video, condividerlo con gli amici ed attivare le notifiche per essere aggiornato in tempo reale sulle prossime pubblicazioni.
Non dimenticare di iscriverti al canale (è gratuito) ed attivare le notifiche

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
9,967FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

L'Angelus di Papa Francesco del 29 Giugno 2021

Papa Francesco all’Angelus: perchè cerchiamo il Signore? Alcune volte la fede...

"Una prima domanda che possiamo farci tutti è: perchè cerchiamo il Signore? Perchè cerco io il Signore? Tra le tante tentazioni della vita -...