Pubblicità
HomeTestimoniumOggi, 26 settembre, è San Nilo: profezie e supplica per ottenere grazie...

Oggi, 26 settembre, è San Nilo: profezie e supplica per ottenere grazie e favori

San Nilo: vita e preghiera per chiedere una grazia

San Nilo (o Nicola) da Rossano è stato un abate, eremita e fondatore dell’Ordine Basiliano Italiano di Grottaferrata.

Una delle frasi più belle dette dal santo fu: «Non basta gridare contro le tenebre, bisogna accendere una luce»

La storia

Nacque a Rossano nel 910 da famiglia aristocratica, frequentò la scuola annessa alla chiesa di Rossano, divenendo un eccellente calligrafo e innografo; si appassionò alla lettura delle Sacre Scritture e della vita dei Padri del deserto.

Secondo lo storico François Lenormant, Nicola si sposò prima di intraprendere la vita da monaco, affascinato dalla bellezza di una ragazza di più umili origini; ebbe una figlia, ma il matrimonio non durò molto.

San Nilo
San Nilo

Fece in modo che moglie e figlia non avessero problemi economici e poi si ritirò in preghiera. Si dedicò alla vita contemplativa e alla carità; raccolse e copiò numerosi codici.

Essendo alla ricerca continua di una maggiore perfezione di spirito si ritirò in un recondito eremo e in una caverna dove c’era un altare consacrato a san Michele Arcangelo vicino Mercurion.

Non fu facile per Nicola diventare monaco e prendere i voti per via della sua originaria appartenenza al Decurionato Rossanese.

Cominciò la sua attività sociale a San Demetrio Corone, fondando un monastero basiliano sulle rovine della chiesetta dedicata ai santi Adriano e Natalia. Dimorò a San Demetrio per venticinque anni, gettando le basi di un’istituzione monastica greca che aveva come compito la riunificazione tra le chiese di oriente e occidente.

LEGGI ANCHE: La ‘presunta’ profezia di San Nilo: ‘Il buon Dio vedrà la caduta della razza umana..’

San Nilo, fondò nel 1004 l’Abbazia di Grottaferrata, insieme a dei suoi compagni monaci basiliani, erano fuggiti da Rossano, in Calabria, a causa delle incursioni dei pirati saraceni.

I religiosi eressero un monastero su una cella sepolcrale romana, trasformata in cappella cristiana nel V secolo: l’edificio venne fortificato ad opera di Giuliano da Sangallo nel XV secolo.

Muore il 26 settembre 1004 nell’antico abitato del Tuscolo.

Preghiera a San Nilo

Glorioso San Nilo oggi ti eleggo
a mio speciale patrono:
sostieni in me la Speranza,
confermami nella Fede,
rendimi forte nella Virtù.

Aiutami nella lotta spirituale,
ottienimi da Dio tutte le Grazie
che mi sono più necessarie
ed i meriti per conseguire con te
la Gloria Eterna…

 

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
10,108FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

padova ho visto Dio e il paradiso

Si è ripresa dopo un attacco di cuore (in ospedale a...

Una testimonianza molto potente che arriva da una signora di Padova, Maria Ester di 40 anni. Quello che gli è capitato è davvero straordinario. Ecco...