Nord Irlanda: una pasticceria nuova vittima della dittatura gay

Nel Nord Irlanda, una pasticceria si trova al centro di una bufera mediatica per essersi rifiutata di preparare una torta, esplicitamente in supporto del matrimonio omosessuale, ordinata da un’organizzazione impegnata nella lotta a favore dei diritti LGBTQ. Come riporta il sito on-line della BBC, l’”Ashers Baking Company”, questo il nome della pasticceria “incriminata”, che già in passato si era rifiutata di accettare ordini riguardanti materiale pornografico o frasi oscene, ha declinato l’invito in quanto, confezionare una torta decorata con lo slogan “Support Gay Marriage”, avrebbe significato andare contro le loro convinzioni religiose personali. Daniel McArthur, general manager della pasticceria di proprietà dei propri genitori, intervistato sulla vicenda dal “Belfast Telegraph”, ha dichiarato: «Abbiamo pensato che accettare l’ordine fosse in contrasto con le nostre convinzioni religiose. Certamente esso è in contraddizione con quanto la Bibbia insegna. (..) Penso che se noi non avessimo preso una posizione chiara a riguardo non avrebbe avuto senso opporvisi».

Tale ragionevole presa di posizione non è stata, però, sufficiente a giudizio dell’ente nazionale responsabile in materia di discriminazione, “The Equality Commission for Northern Ireland”, che ha immediatmente avviato un’azione legale nei confronti della pasticceria “omofoba”. Secondo tale ente, l’”Ashers Baking Company” avrebbe, infatti, violato la legislazione locale che «proibisce la discriminazione nella fornitura di beni, agevolazioni e servizi a qualsiasi persona che cerca od ottiene di utilizzare tali beni, agevolazioni e servizi per motivi di orientamento sessuale». Tale vicenda, che si aggiunge, purtroppo, a numerosi episodi analoghi, dimostra i rischi e le contraddizioni insite nelle legislazioni anti omofobia, le quali finiscono per discriminare esse stesse tutti coloro che la pensano in maniera diversa, costretti a mettere da parte le proprie convinzioni personali e ad uniformarsi al diktat ideologico dominante. a cura della Redazione Papaboys

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome