Non si sa se sia vivo o morto nel pozzo. Altre ore per raggiungere Julen

Un dramma senza fine: un ulteriore contrattempo rischia di ritardare ulteriormente le operazioni di salvataggio del piccolo Julen, il bimbo di due anni caduto in un pozzo a Totalan (Malaga). A causa di un’irregolarità del sottosuolo, infatti, il tunnel che deve condurre i soccorritori verso il bambino si sarebbe incastrato a circa 40 metri di profondità.

bambino nel pozzo

I lavori di perforazione, quindi, proseguono: per evitare che il tunnel si danneggiasse, i tubi sono stati di nuovo estratti e si continua a scavare, anche con l’ausilio di sabbia fina. Lo riporta 20minutos.es. A causa del nuovo imprevisto, per raggiungere il il bimbo di due anni serviranno almeno altre 24 ore. Sono giornate drammatiche a Totalan: si scaverà adesso un tunnel orizzontale di 3-4 metri a una profondità di circa 72 metri per cercare di raggiungere il bimbo.

PUOI LEGGERE ANCHE 

La roccia blocca la trivella: speranze al lumicino di recuperare vivo Julen dal pozzo

Resta inoltre il punto interrogativo sull’esatta ubicazione di Julen: per questo prima ancora del completamento del tunnel orizzontale di collegamento verrà realizzato un buco di circa 20 centimetri fino al pozzo per introdurre una videocamera e vedere se il piccolo si trovi o meno a quella profondità. Secondo El Pais, la perforazione del tunnel parallelo è terminata alle 20:30 di ieri sera ed è durata 55 ore, molte di più rispetto alle 15 previste. Il tunnel verticale verrà adesso ‘intubato’ con cilindri di metallo per evitare la possibilità di frane e per facilitare le operazioni di recupero. Il tunnel orizzontale verrà scavato a mano con picconi o con martelli pneumatici, a seconda della consistenza del terreno.

bambino nel pozzo

Intanto, sul web sono diventate virali le immagini della cosiddetta ‘collina della Corona’, il luogo in cui si trova il pozzo in cui è caduto il piccolo Julen. Per consentire i lavori di perforazione, infatti, sono stati abbattuti tutti gli alberi situati nella zona: la vegetazione è praticamente scomparsa e, a distanza di una settimana, la collina ha assunto un aspetto completamente diverso.

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni, con il cuore, senza interessi economici o politici, semplicemente perché il cuore ci chiama a farlo. E ci mettiamo passione, costanza, ed anche quel pizzico di professionalità che deve contraddistinguere i cristiani. Ecco perché siamo “missionari di parabole antiche e sempre nuove: chiamati ad esserci, ed a stare anche vicini ad ognuno di voi”.

Un numero sempre maggiore di persone legge Papaboys.org senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Soprattutto quando si parla di cristianesimo.

Purtroppo il tipo di informazione che cerchiamo di offrire richiede molto tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire tutti i giorni i costi quotidiani di Papaboys.org ed abbiamo deciso di chiedere proprio a te che leggi di essere per noi, proprio Provvidenza.

Puoi aiutarci a continuare questa missione sempre meglio e con maggiore spessore ed incisività? L’unica cosa che non possiamo garantirti è aumentare il cuore che ci mettiamo per fare questo lavoro, perché fino ad oggi ce lo abbiamo messo davvero tutto! Ma con un po’ di sostegno in più, possiamo essere davvero più incisivi, per te, e per tutti coloro che ci seguono (quasi 2.000.000 di lettori ogni mese!)

Inviaci il tuo contributo, quello che vuoi, e che puoi. E che Dio ti benedica!

Grazie
Daniele Venturi
Direttore Papaboys.org

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €15.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome