Home News Res Publica et Societas Nell'ultimo saluto a Willy il dolore di tutta l'Italia. Un fiume di...

Nell’ultimo saluto a Willy il dolore di tutta l’Italia. Un fiume di magliette bianche

Alle 9, un’ora prima dell’inizio delle esequie di Willy Monteiro Duarte, il 21enne pestato a morte a Colleferro, era già pieno lo stadio comunale di Paliano (Frosinone).




Il centro sportivo scelto per celebrare i funerali ha visto la partecipazione di centinaia di persone, molte delle quali hanno indossato maglie e camicie bianche, come richiesto dalla famiglia del giovane. Presenti anche il premier Giuseppe Conte e il governatore Nicola Zingaretti.

willy.funerale
willy.funerale

Al loro arrivo allo stadio, i parenti del ragazzo ucciso sono apparsi in lacrime: sull’auto una fotografia di Willy. La scelta di indossare indumenti bianchi voleva richiamare un “segno di purezza e di gioventù”, aveva riferito il sindaco di Paliano. Anche il presidente del Consiglio e il ministro Luciana Lamorgese si sono presentati in camicia bianca, per rispettare la richiesta dei familiari del giovane. A Capoverde, terra  di origine del ragazzo ucciso, il bianco anche simbolo di lutto quando si riferisce a un giovane.

L’abbraccio di Conte ai parenti di Willy – Alla fine delle esequie il presidente del Consiglio ha abbracciato la madre e il padre di Willy, Lucia e Armando e la sorella Milena, dicendo loro “l’Italia è con voi, vi vuole bene”. Il feretro del giovane è uscito dal campo sportivo tra gli applausi e palloncini bianchi lanciati verso il cielo. Parlando poi con i giornalisti, Conte ha spiegato: “Ci aspettiamo condanne severe e una rigorosa esecuzione della pena”.

willy.funerale
willy.funerale

Zingaretti: “Ora pretendiamo giustizia” – “Ora bisogna solo far sentire alla famiglia la vicinanza di tutti e pretendere presto giustizia”, ha affermato Zingaretti. “La Regione pagherà e sosterrà la famiglia per le spese legali e uno degli istituti alberghieri della nostra regione sarà dedicato al nome di Willy”.

Il vescovo: “Morte barbara e ingiusta, ora silenzio” – “Occorre rimanere in silenzio davanti al mistero della morte di un giovane”, ha invece affermato il vescovo di Tivoli e Palestrina monsignor Mauro Parmeggiani durante l’omelia. “Perché la morte barbara e ingiusta di Willy non cada nell’oblio impegnamoci tutti: istituzioni, forze dell’ordine, uomini e donne della politica, della scuola, dello sport e del tempo libero, Chiesa, famiglie e quanti detengono le chiavi di un potere enorme, quello dei media, a comprometterci insieme.

Al di là di ogni interesse personale e senza volgere lo sguardo altrove fingendo di non vedere, a riallacciare un patto educativo a 360 gradi”.

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità

I nostri social

9,904FansLike
19,008FollowersFollow
9,771FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

News recenti

La rubrica dedicata a Giovanni Paolo, 23 Settembre 2020

Giovanni Paolo II: il papa Santo. Chiedigli una grazia oggi, 23...

Pensieri e preghiera a Karol Wojtyla da vivere oggi La rubrica dedicata a Giovanni Paolo II - Mercoledì, 23 Settembre 2020 Le frasi da leggere oggi: “Ha...