Home News Pax et Justitia Natuzza Evolo e gli Angeli: 'Vidi un bambino meraviglioso, vestito di bianco'

Natuzza Evolo e gli Angeli: ‘Vidi un bambino meraviglioso, vestito di bianco’

Natuzza Evolo indica la presenza degli Angeli Custodi

“Ad un certo punto mi sentii come prendere la mano da qualcuno…”

Ecco due testimonianze

La signora Rosa Galeso di Gioia Tauro ha raccontato:

“Quando ero ragazza, fui bocciata all’eaame di licenza media. Mi ritirai e l’anno seguente mi presentai all’esame come esterna. Mi ero preparata, ma ero molto preoccupata per la matematica, di cui sapevo ben poco. La prova scritta mi fu passata da una compagna, ma poi venne il momento degli orali. La professoressa mi diede una espressione da sviluppare, ma io non sapevo da dove incominciare. Ad un certo punto mi sentii come prendere la mano da qualcuno e svolsi perfettamente l’intero esercizio.

Io, mentre ciò avveniva, mi feci tutta rossa dalle vergogna perché pensavo che mia mamma mi doveva aver raccomdandato con la professoressa e che lei, prendendomi la mano con la sua, mi stava aiutando in quel modo così strano. Ma non appena l’intero esercizio fu svolto, mi accorsi che la professoressa era intenta a parlare con una sua collega e non badava affatto a me. Venni promossa grazie a quell’aiuto misterioso.

A distanza di molti anni, raccontai questo episodio a Natuzza, e lei mi spiegò: ‘È stato il vostro angelo custode. Pregate sempre l’angelo custode, perché non lo pregate mai?‘”.

Natuzza Evolo
Natuzza Evolo

La signora Anna Suriano di Vibo Valentia ha narrato:

“Una sera ero disperata perché mio figlio stava molto male, con delle difficoltà respiratorie. Mi misi ad invocare Natuzza dicendole: ‘Natuzza, tu tutti aiuti, prega anche per mio figlio, manda l’angioletto per aiutarlo!‘. Poi mi addormentai, ma, nel corso della notte, mi svegliai e vidi proprio in un angolo della stanza, un bambino meraviglioso, vestito di bianco, più bello di tutti i bambini belli che avessi mai visto, scendere lentamente verso il basso, come se galleggiasse in aria. Aveva le ali ed una candela accesa nelle mani. Io esclamai: ‘Aiuta, aiuta il bambino mio!’. E lui subito sparì. In seguito Natuzza mi spiegò che era l’angioletto di mio figlio che si era fatto vedere per tranquillizzarmi”.

(Fonte www.miliziadisanmichelearcangelo.org)

Redazione Papaboys

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,853FansLike
19,466FollowersFollow
9,785FollowersFollow
2,330SubscribersSubscribe

News recenti

Sant'Evaristo, papa e martire

Il Santo di oggi 27 Ottobre: Sant’Evaristo, Papa e martire. Vita...

Oggi la Chiesa ricorda la figura di Sant'Evaristo (Papa) A Roma, sant’Evaristo, papa, che resse la Chiesa di Roma per quarto dopo il beato...