Pubblicità
HomeNewsTerra Sancta et OriensE' morto Anas, il clown che strappava sorrisi ai bambini sotto le...

E’ morto Anas, il clown che strappava sorrisi ai bambini sotto le bombe di Aleppo

Un noto attivista di Aleppo, Anas Basha, che lavorava come clown e animatore in un centro per il sostegno psicologico ai bambini dei quartieri orientali assediati e bombardati dalle forze lealiste, è stato ucciso in un raid aerei compiuto ieri sul quartiere Mashhad e attribuito ai jet russi o governativi. Lo riferiscono fonti di “Spazio per la speranza”, l’organizzazione non governativa siriana che opera ad Aleppo est e presso cui lavorava il 24enne Anas.

Mideast Syria Clown Obituary

Il bombardamento governativo su Aleppo est ha colpito un capannone e alcune case a Habbet Qubba, dove erano ospitati sfollati di altre zone di Aleppo est in fuga dall’offensiva lealista. Lo riferisce l’Aleppo Media Center (Amc), piattaforma di reporter della città. L’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria aveva in precedenza riferito di 21 uccisi, tra cui donne e bambini, nel bombardamento di Habbet Qubba, affermando che il bilancio era destinato a salire. L’Amc parla di 45 civili morti.

Onu implora, interrompere assedio Aleppo est – Il sottosegretario delle Nazioni Unite per gli affari umanitari Stephen O’Brian ha implorato il Consiglio di Sicurezza Onu di fare qualcosa per interrompere l’assedio di Aleppo avvertendo che gli abitanti della città sono a rischio sterminio: “Per il bene dell’umanità chiediamo, imploriamo, alle parti e a chi ha influenza, di fare tutto quanto in loro potere per proteggere i civili e consentire l’accesso alle zone assediata di Aleppo est, prima che diventi un enorme cimitero”.

c_2_fotogallery_3006920_1_image




‘Da sabato 25 mila fuggiti da Aleppo est’ – Circa 25.000 persone sono fuggite da Aleppo est da sabato scorso: lo ha detto il sottosegretario delle Nazioni Unite per gli affari umanitari Stephen O’Brian, durante una riunione del Consiglio di Sicurezza Onu sulla Siria. Nel frattempo Egitto, Spagna e Nuova Zelanda hanno preparato una bozza di risoluzione del Cds che chiede 10 giorni di tregua ad Aleppo per permettere la consegna degli aiuti umanitari. Il documento è al vaglio dei Quindici e non è stato ancora deciso se e quando andrà al voto.

Fonte: AnsaWeb

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
10,154FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

pandemia

La variante ‘Omicron’ spaventa l’Europa. Casi in Inghilterra e 61 contagiati...

In Italia ci sono 12.877 nuovi casi di coronavirus a fronte di 596.898 tamponi effettuati (mentre il giorno prima l'incremento era stato di 13.686 con 557.180 test). Nelle...