Home News Res Publica et Societas Missionari cristiani denunciati in India per “conversione dei tribali”

Missionari cristiani denunciati in India per “conversione dei tribali”

Pubblicità

SrinagarINDIA – Bangalore – Un gruppo indù che opera per lo sviluppo delle popolazioni tribali nello stato di Karnataka ha presentato alla polizia una denuncia contro i missionari cristiani, accusandoli di aver convertito oltre mille famiglie tribali al cristianesimo. Come appreso da Fides, il “Girijana Kriya Koota”, organizzazione sociale che opera fra i tribali indiani, accusa un gruppo di missionari cristiani di “convertire in modo fraudolento e con la forza” le popolazioni tribali dei villaggi nel distretto di Mysore e in altri distretti vicini. Per questo chiede alla polizia di “adottare misure adeguate per proteggere la cultura degli adivasi (indigeni), che ha profonde radici nel culto della natura e degli antenati”. Secondo la denuncia, i missionari avrebbero detto alle popolazioni indigene che “se abbracciavano il cristianesimo, tutti i loro problemi sarebbero scomparsi”, facendo loro un “vero lavaggio del cervello”. “Il governo ha il dovere di prevenire tali conversioni e tutelare la cultura degli adivasi”, dicono gli indù. La polizia ha risposto che avrebbe indagato sulla questione per verificare i fatti.

Pubblicità

I cristiani locali si difendono affermando che tali accuse sono del tutto false e strumentali. I gruppi estremisti indù, infatti, che hanno di recente perso il potere in Karnataka, cercano di riacquistare il consenso delle popolazioni tribali del Karnataka, minacciando e perseguitando i tribali che, liberamente e volontariamente, hanno scelto la fede cristiana. L’accusa più comune è quella di “conversioni forzate”. Da tempo, spiegano a Fides i missionari cristiani, vi sono casi di persecuzioni e attacchi durante servizi liturgici o incontri di preghiera organizzati da comunità tribali cristiane. Questi sono perlopiù popolazioni povere e senza terra, che trovano nel messaggio cristiano un riscatto e un apprezzamento della loro intrinseca dignità di esseri umani.

Secondo organizzazioni cristiane come il “Global Council of Indian Christians”, ora che il Karnataka non è più governato dal partito nazionalista “Baratiya Janata Party” (BJP), ma è salito al potere il Partito del Congresso, è tempo che i gruppi estremisti e violenti siano assicurati alla giustizia e che nello stato siano ripristinate la legalità e il pieno rispetto della libertà religiosa, garantita dalla Costituzione indiana. Lo stato di Karnataka è noto per essere in cima alle classifiche per episodi di violenza anticristiana.

Pubblicità

Fonte: Agenzia Fides

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,916FansLike
17,749FollowersFollow
9,751FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

Scapolare-Carmine

Novena alla Madonna del Carmelo. Recita la potente supplica del 3°...

Novena alla Madonna del Carmelo. Recita la potente supplica del 3° giorno, 9 luglio 2020 La Regina del Monte Carmelo è la patrona dei carmelitani...