HomeNewsFinis MundiMessi incontrerà Murtaza, il bambino che aveva commosso il web con il...

Messi incontrerà Murtaza, il bambino che aveva commosso il web con il suo gesto

Sarà una storia a lieto fine quella del piccolo afghano Murtaza, la cui foto con un sacchetto di plastica trasformato con un pennarello in maglia di Messi ha fatto il giro del mondo via social. Commuovendo anche la stessa “Pulce”, che incontrerà presto il bambino.A rivelare ai media il felice epilogo della vicenda è stato Syed Ali Kazemi, portavoce della Federcalcio afghana, che ha reso noto come sia arrivata un’email “sia dal Barcellona che dallo stesso fuoriclasse 5 volte Pallone d’Oro, per fare presente che c’è la disponibilità per un incontro con Murtaza”.

Il piccolo fan di Messi che commosse il web è afghano e ha 5 anni. E' stato risolto il mistero, o almeno così sembra, del bambino ritratto di spalle in una famosa foto che ha fatto il giro del web, con indosso un sacchetto di plastica trasformato in una maglia di calcio, e con la scritta Messi con il numero 10. Una fotografia commovente ma dai contorni nebulosi, che aveva comunque innescato immediatamente una campagna di solidarietà per cercare il piccolo tifoso. Adesso, stando a quanto scrive la Bbc online, si è scoperta l'identità del giovanissimo 'calciatore': il piccolo si chiama Murtaza Ahmadi e vive nel distretto di Jaghori, una zona rurale nella provincia orientale afghana di Ghazni. ANSA/TWITTER +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Kazemi ha anche dichiarato che è già stata ipotizzata una data in cui il piccolo tifoso, originario di Ghazni, regione meridionale del Paese particolarmente colpita dalla guerra, vedrà realizzato il suo sogno. In precedenza, intervistato da una televisione afghana, il piccolo aveva spiegato che “Meshi” è da sempre il suo idolo, esprimendo il desiderio di “conoscerlo e poter giocare un po’ con lui”.

Nella stessa intervista il padre del bambino, Ahmadi, aveva anche raccontato che suo figlio desiderava a tal punto una maglia dell’Argentina o del Barca con il numero 10, che “di notte si svegliava e piangeva”. Per farlo felice almeno in parte era allora nata l’idea in famiglia, vista l’impossibilità economica di acquistarne una, di disegnare quella dell’Argentina con i pennarelli sull’ormai famosa busta di plastica che, immaginiamo, sarà presto sostituita con una autografata dal campione del Barcellona.




Redazione Papaboys (Fonte www.panorama.it)

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Iscriviti alla newsletter gratuita