Messaggio dell’Avvento del card. Sepe, in attesa di Papa Francesco

sepeCAMPANIA – NAPOLI – “Ci confermerà nella fede!”. È il titolo del messaggio dell’Avvento del cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, in attesa della visita di Papa Francesco, sabato 21 marzo 2015. “L’abbraccio e la presenza del Santo Padre in mezzo a noi sarà segno di amore e di attenzione verso tutti, in particolare per quanti spendono le proprie energie per il bene della nostra gente – scrive il porporato -. Papa Francesco, come buon samaritano, incontrerà le periferie esistenziali, i poveri, gli ammalati e i carcerati, per cogliere le sofferenze e le speranze che attraversano le nostre città”. Perciò, “farà sua la fame di lavoro gridata dai disoccupati, raccoglierà le istanze di rinnovamento e di crescita umana e sociale del mondo della cultura e gioirà con i nostri giovani in attesa di una nuova primavera. Toccherà con mano le contraddizioni presenti nella nostra realtà, dove convivono miseria e benessere, arretratezza e sviluppo, egoismo e generosità, fede viva e varie forme di indifferenza religiosa”. Dunque, “il Papa verrà a difendere le ragioni dei poveri, denunciando, con coraggio, le responsabilità di tutti coloro che sono causa di situazioni di sofferenza e di ingiustizia a danno dei propri fratelli”. Ma “incontrerà anche i sacerdoti, i diaconi, le religiose, i seminaristi e gli operatori pastorali”.

“La parola del Papa conforterà la nostra azione, sosterrà le nostre iniziative, accompagnerà e incoraggerà le nostre scelte pastorali – evidenzia il cardinale -. Egli, che ‘presiede alla carità’, ci confermerà nella fede! La visita di Papa Francesco impegna tutti noi a un’azione pastorale e spirituale capace di produrre frutti abbondanti, come solco tracciato dallo Spirito Santo che guida e sostiene sempre la Chiesa”. In realtà, “questo incontro non riguarderà soltanto la comunità ecclesiale, ma anche la comunità civile, dove tante persone di buona volontà sono impegnate quotidianamente per costruire una società sempre più giusta e solidale”. Così, annuncia il porporato, “in questo tempo di Avvento, che inaugura il nuovo anno liturgico – vita della Chiesa – la comunità napoletana inizierà il suo cammino di preparazione per accogliere il Successore di Pietro. L’Avvento, infatti, è stagione di attesa, di speranza e di intensa gioia. Il Signore viene a salvare l’uomo: Lui stesso si fa uomo nel grembo della Vergine Maria”. Per il cardinale Sepe, “il Signore Gesù che viene ‘ad abitare in mezzo a noi’, renderà docile il nostro cuore per l‘ascolto della Parola di Dio, e a gesti concreti di carità”. Non solo: “Questo grande dono che il Signore fa con la sua venuta, incoraggia la nostra Comunità ecclesiale e civile ad un impegno più deciso e responsabile”. Fonte: Agensir

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome