Mercoledì 3 Agosto – Una fede grande

Mercoledì 3 Agosto - Una fede grandeIn quel tempo, Gesù si ritirò verso la zona di Tiro e di Sidòne. Ed ecco una donna Cananèa, che veniva da quelle regioni, si mise a gridare: «Pietà di me, Signore, figlio di Davide. Mia figlia è crudelmente tormentata da un demonio». Ma egli non le rivolse neppure una parola. Allora i discepoli gli si accostarono implorando: «Esaudiscila, vedi come ci grida dietro». Ma egli rispose: «Non sono stato inviato che alle pecore perdute della casa di Israele». Ma quella venne e si prostrò dinanzi a lui dicendo: «Signore, aiutami!». Ed egli rispose: «Non è bene prendere il pane dei figli per gettarlo ai cagnolini». «E’ vero, Signore, disse la donna, ma anche i cagnolini si cibano delle briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni». Allora Gesù le replicò: «Donna, davvero grande è la tua fede! Ti sia fatto come desideri». E da quell’istante sua figlia fu guarita. Matteo 15,21-28. 

Una fede grande.
Che viene da una donna.
Con una figlia che soffre.
Perché la fede nasce dall’amore.

Una fede grande.
Che non conosce limiti e rispetti umani.
Perché la fede è fedeltà.

Una fede grande.
Che chiede pietà.
Perché la fede è mancanza, è desiderio, è attesa.

Una fede umile.
Che si ciba di briciole.
Perché la fede grande è sempre piccola.

Una fede esaudita.
Perché ho fede in te.
Che sei la mia promessa più grande, la mia certezza.

Di Don Mauro Leonardi


SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome