Pubblicità
HomeMedjugorjeMedjugorje. Tanti auguri e preghiere a Vicka! Quando la veggente disse: 'Il...

Medjugorje. Tanti auguri e preghiere a Vicka! Quando la veggente disse: ‘Il diavolo ha paura del digiuno’

Vicka Ivankovic è nata il 3/9/1964 a Bijacovici, sposata dal 2002 ha avuto due figli e vive a Krehin Gradac nei pressi di Medjugorje. Aveva 17 anni alla data delle prime apparizioni; ragazza molto estroversa, paziente coi pellegrini e sempre sorridente. Si prodiga costantemente per diffondere i messaggi della Vergine Maria e l’intenzione a lei affidata è di pregare per i malati.

Nel marzo del 1984,  non erano passati neanche 3 anni dalle pime apparizioni, padre Jancko della parrocchia di San Giacomo a Medjugorje, registrò una lunga intervista a Vicka, per lasciarla cone testimonianza ai posteri. Alla fine della stessa, Padre Janko chiese a Vicka di dare dei consigli, o come disse il sacerdote un “Messaggio all’uomo d’oggi”. Questa fu la risposta delle veggente.

Janko: Vicka, noi due abbiamo veramente parlato tanto; anzi, ho detto che ci siamo già
stancati. Ma vorrei soltanto un’altra cosa, per farla proprio finita. Ossia per finire questo
colloquio «ufficiale» [in quanto registrato].

Vicka: Va bene. Vediamo che cosa ti interessa ancora.

Janko: Per non dilungarmi, dimmi: dopo tutto questo che abbiamo detto, quale messaggio
daresti tu all’uomo d’oggi?

Vicka: Ma chi sono io e che cosa conto per dare un messaggio? Dio e la Madonna hanno dato un messaggio chiaro e sonante; gli uomini debbono ascoltare questo e le cose andranno bene.


Janko: Quello che dici, Vicka, è esatto. Ma potresti anche tu dire qualcosa perché anche una
tua parola potrebbe scuotere qualcuno, spingerlo a raccogliersi un po’ e a cominciare a
riflettere. Credo che sia davvero interessante sapere che cosa desidera dire quella «ragazza
della Madonna», dopo oltre trenta mesi di incontri con lei.

Vicka: Forse questo: gli uomini non devono mai dimenticarsi che Dio è nostro Padre e che la
Madonna è nostra Madre. Anzi, è la Madre che ci comprende meglio e che ci ama di più. Gli
uomini non sanno quanto lei ci ama!

Janko: Va bene: è la Madre che ci ama. Cosa ci dici ancora?

Vicka: Vorrei raccomandare agli uomini di rivolgersi alla Madonna ogni volta che si trovano in
difficoltà; lei li aiuterà sempre, ogni volta che la invocheranno.

Janko: Come e in che cosa li aiuterà?

Vicka: In tutto quello per cui la gente la pregherà.

Janko: Questo va bene, ma cosa diresti ancora all’uomo d’oggi?

Vicka: Mi piacerebbe che gli uomini non perdessero mai la speranza. Dio e la Madonna non si
dimenticheranno mai degli uomini!

Janko: Ottimo, Vicka. Continua pure; di’ qualche altra cosa.

Vicka: Non so cosa dire! Non sono chiamata a questo. C’è chi chiama gli uomini perché
ritornino a Dio e non vadano alla perdizione!

Janko: Questo è vero. Ma io, e credo anche altri, vogliamo sentire ancora qualcosa da te.

Vicka: Sarebbe bene che gli uomini non si dimenticassero mai di pregare. Me l’hanno
insegnato, ma anche la Madonna ce l’ha ripetuto tante volte: che la preghiera è la nostra arma più forte. Con la preghiera possiamo tutto. Questa è una cosa che io dico insieme alla
Madonna: che gli uomini non la dimentichino.

Janko: Ci dici ancora qualcos’altro?

Vicka: Gli uomini sanno che fa bene anche digiunare. Il diavolo ha paura del digiuno in un
modo tutto particolare. Ho imparato che sacrificare qualcosa per amore di Dio è un atto molto buono. Che gli uomini provino e lo vedranno!

Janko: Continua, Vicka, per favore.


Vicka: Ma debbo dire che tutto questo non l’ho inventato io. Sono tutte cose che anch’io ho
imparato: alcune dalla Madonna, altre dagli uomini.

Janko: Va’ pure avanti. Tutti abbiamo imparato da qualcuno.

Vicka: Vorrei insistere ancora su questo, che gli uomini non devono mai disperare. Dio e la
Madonna sono sempre pronti ad aiutarli!

Janko: magnifico, Vicka. Ma vedo che non hai ancora concluso.

Vicka: È vero. Vorrei dire anche questo: che gli uomini non devono mai giudicare gli altri
uomini. Gli uomini giudicano ingiustamente.

Janko: Questo lo dici forse per la tua esperienza personale?

Vicka: Non importa, benché debba dire di aver visto tante volte che è così. E riesce molto
pesante da sopportarsi, quando ti giudicano ingiustamente.

Janko: Che rimedio suggerisci?

Vicka: Credo che sarebbe molto utile che gli uomini non si dimenticassero mai che, un giorno,
saremo tutti giudicati da Dio. Esiste una differenza terribile tra il paradiso e l’inferno. Io l’ho
vista. Che Dio ci salvi dall’inferno!

Janko: E che ci dici come ultimo pensiero?

Vicka: Come ultimo pensiero mi raccomanderei perché qualcuno, qualche volta, preghi per
me; anzi, per me e per tutti i veggenti della Madonna. Anche noi preghiamo per gli altri, ma
pure noi abbiamo le nostre sofferenze.

Janko: Vicka, è veramente bello tutto questo! Adesso mi è molto più chiaro che lo Spirito
Santo può parlare per bocca di chiunque.

Vicka: Che Dio ci benedica e la Madonna ci protegga.

Janko: Così sia. Amen! A conferma dell’autenticità di tutto il dialogo riportato in queste
pagine, lo testimoniamo in coscienza e vi apponiamo le nostre firme.

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
10,112FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Preghiera di Giovanni Paolo II alla Madonna delle Grazie

La potente preghiera di Giovanni Paolo II alla Madonna delle Grazie...

Preghiera di Giovanni Paolo II alla Madonna delle Grazie Una bellissima orazione scritta da Giovanni Paolo II alla Vergine Maria per il viaggio alla Madonna...