Medjugorje. Nessuna guarigione è impossibile a Dio: Phyllis, vittima di abusi dal padre, riesce a perdonarlo dopo un pellegrinaggio

Medjugorje. Nessuna guarigione è impossibile a Dio: Phyllis, vittima di abusi dal padre, riesce a perdonarlo dopo un pellegrinaggio

.

Una ragazza vittima di abuso è riuscita a trovare la forza di perdonare dopo essere andata a Medjugorje ed ha trovato la felicità. Un dramma familiare che lascia una profonda ferita nella vita di chi lo subisce. Ma ricordiamo che a Dio nessuna guarigione è impossibile.

gnuckx (@) gmail.com

Vittima di abuso da parte del padre, trova il coraggio di perdonare dopo essere andata a Medjugorje

La testimonianza di Phyllis, donna residente in Iowa, comincia dall’infanzia. In quel periodo della sua vita, quello che per la maggior parte delle persone è il più sereno e spensierato, lei ha vissuto il dramma più grande: è stata abusata dal padre. Dopo anni Phyllis ha trovato il coraggio di confessare alla madre quello che aveva fatto il padre, ma questa non le diede ascolto e non ha mai preso le distanze dal marito. Quell’atteggiamento è stato vissuto dalla giovane americana come un tradimento e le ha generato un forte odio nei confronti dei genitori.

Crescendo Phyllis è riuscita a mettere su famiglia ed ha sotterrato il dolore dell’infanzia per anni. Lavoro, marito e figli la impegnavano quotidianamente e nei momenti di relax il denaro le permetteva di comprare quello che desiderava. Sarebbe stata una vita ideale per chiunque, ma il passato tornava a bussarle alla porta in ogni momento difficile e lei, sebbene sapesse nasconderlo agli altri, era infelice.


Il libro sulle apparizioni ed il viaggio a Medjugorje

Un giorno era in libreria, alla ricerca di un libro new age che la distraesse dai cattivi pensieri. Un libro che le permettesse di superare il trauma ed i fantasmi del passato. Mentre cercava qualcosa di adatto si è imbattuta in un libro che parlava delle apparizioni di Medjugorje e lo ha comprato. Lette le prime 40 pagine le è successo qualcosa di incredibile: “Una tremenda vampata di calore cominciò a muoversi lentamente giù, nel mio corpo, a partire dalla testa, muovendosi attraverso le braccia, uscendo dalle dita, giù per il torso, per le gambe e per i piedi! Non appena questa tremenda vampata raggiunse i miei piedi”. Conclusa quella sensazione Phyllis era convinta che doveva andare a Medjugorje e che li avrebbe trovato una risposta.

Parla con il marito, le spiega quello che prova ed insieme decidono di partire per la Bosnia. La donna sostiene di avere ricevuto un incredibile numero di miracoli durante e dopo quel pellegrinaggio, ma quello che vuole sottolineare è quello che riguarda i suoi genitori: “Mi inginocchiai nel pavimenti di legno e in lacrime implorai la Madonna di dirmi cosa volesse da me! Le dissi: ‘Madre benedetta, mi hai voluta qui, e sono venuta, adesso, ti prego, dimmi cosa vuoi che io faccia!’ È lì che ho proprio sentito la sua vice dirmi: “Perdonali e farei trovare loro la strada verso mio figlio”.

La donna era commossa ed incredula per quanto le era capitato, ma per diverso tempo non è riuscita ad adempiere alla richiesta della Madonna. Il suo cuore era ancora pieno di odio per quello che le avevano fatto i genitori, un sentimento che all’improvviso svanì: un giorno si trovava ad una festa a casa di amici e si rese conto di non provare più alcun odio. Il giorno successivo prese un biglietto aereo per la sua città natale e dopo 16 anni incontrò nuovamente i suoi genitori. In quella occasione è riuscita ad abbracciarli e da quel momento la sua vita ha acquisito una serenità mai sperimentata prima.

Di Luca Scapatello per LalucediMaria.it

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome