Medjugorje. Jeremy in pellegrinaggio dalla Gospa: ‘il Rosario è un’arma potente’

Jeremy in pellegrinaggio dalla Gospa: ‘il Rosario è un’arma potente’

Medjugorje

Il racconto di Jeremy Banda

Una mia buona amica è stata qui in pellegrinaggio circa dieci anni fa ed ogni volta che si ricorda di Medjugorje, ogni volta che parla di Dio, della fede, della preghiera, la sua faccia diventa raggiante. Ci incontriamo ogni settimana ed ogni volta mi riferisce un particolare del suo pellegrinaggio. Mi ha aiutato nella mia fede.

Quando ho visto nella chiesa della nostra parrocchia un opuscolo ed un invito per un pellegrinaggio, ho realizzato che sul mio conto corrente c’era esattamente l’importo necessario. La mia amica mi disse che dovevo assolutamente andare ed eccomi qui. Non sto cercando segni.

Sto chiedendo a Dio di dare uno scopo alla mia vita. Ho trovato uno strumento qui che mi sta aiutandolo: la preghiera, il rosario, che non ho mai realmente gradito fino a ieri.

Non mi sentivo bene, ma appena abbiamo pregato un rosario, mi sono sentito molto meglio. È un’arma potente. Spero di portare con me almeno una piccola parte di Medjugorje.

OK.MESSAGGIO.MEDJUGORJE.02.10.2019

Prenderò con me una parte di Medjugorje e quando la pace diminuirà, ricorderò la mia esperienza. Nel nostro paese il 70% degli abitanti vive nella povertà. La chiesa cattolica nello Zambia esiste soltanto da circa 100 anni, ma sta facendo così tanto bene. Attualmente l’aiuto per i poveri arriva principalmente dall’estero, ci sono poche persone ricche nel nostro paese. Spero che venga il momento quando i cittadini dello Zambia potranno aiutare i nostri poveri.

LEGGI: In pellegrinaggio con un cancro, guarisce miracolosamente

Fonte www.medjugorje.hr

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome