Home News Italiae et Ecclesia Matrimoni, Funerali, Cresima e Prima Comunione. Ecco cosa si può fare e...

Matrimoni, Funerali, Cresima e Prima Comunione. Ecco cosa si può fare e cosa no

Pubblicità

Ecco cosa si può fare e cosa no dal 18 Maggio 2020

Matrimonio (Repertorio)
Matrimonio (Repertorio)

Pubblicità

Tutto quello che c’è da sapere, sulle funzioni religiose e i sacramenti, nelle nostre chiese. Ecco le norme anticovid…

Come si possono celebrare i matrimoni?

Il matrimonio – che come il battesimo non era stato sospeso negli oltre due mesi di stop alle Messe con il popolo – non sarà più circoscritto agli sposi e ai testimoni. Il numero contingentato di fedeli che potranno partecipare alla celebrazione dipende dalla capienza della chiesa. E l’arcidiocesi di Agrigento specifica che al termine sono vietati «gli assembramenti per il tradizionale lancio del riso». Comunque sono molti i matrimoni rinviati a causa del Covid. A Padova si ricorda che i documenti canonici e civili hanno in genere validità di sei mesi ma «si può ritenere che mantengano il loro valore» anche oltre questa scadenza. Però i parroci sono invitati a incontrare i futuri sposi prima della celebrazione per capire se hanno modificato (o meno) le loro volontà.

I battesimi?

Pubblicità

Si dovranno rispettare tutte le regole per le celebrazioni, in particolare in materia di scaglionamento, distanziamento e dispositivi di protezione individuale (a partire dalle mascherine). Alle disposizioni generali si aggiungono le indicazioni date dai vescovi nelle loro diocesi o le accortezze escogitate dai parroci. Per il battesimo, è comune a molte Chiese locali l’invito a fissare celebrazioni “ad hoc”. A Padova si sconsiglia di amministrare il “primo” sacramento a più bambini in contemporanea. Ad Andria si suggerisce di privilegiare i «giorni feriali» e a Mazara del Vallo di omettere il rito dell’«effatà», ossia il gesto che compie il sacerdote toccando con il pollice l’orecchio destro e sinistro e poi la bocca del bambino. È bene evitare il rito dell’immersione preferendo l’infusione, ossia il versamento dell’acqua sul capo. Inoltre per le unzioni il prete deve indossare i guanti monouso oltre alla mascherina. A Venezia si chiarisce che i guanti vanno cambiati dopo ogni singola unzione.

E l’unzione degli infermi?

Per l’unzione degli infermi è necessario che il sacerdote usi la mascherina e i guanti monouso.

I funerali?

I funerali comunitari erano già ripresi il 4 maggio ma era prevista una presenza massima di quindici persone. Restrizione che dal 18 maggio è caduta: il numero dei partecipanti alle esequie è legato alla capienza della chiesa, come nel caso delle Messe. La diocesi di Andria esorta a tenere i funerali «nel pomeriggio, in orari diversi dalle Messe parrocchiali». Ad Agrigento è stato stabilito che gli unici fiori consentiti siano quelli sopra la bara e che il rito si concluda con la benedizione all’altare evitando l’accompagnamento alla porta.

Come si può svolgere la Confessione?

Fa storia a sé il sacramento della Riconciliazione. Il protocollo nazionale decreta che si svolga in luoghi aperti e aerati dove sia consentito sia il rispetto delle distanze, sia la segretezza. Di fatto è impossibile entrare nei confessionali: per questa ragione, ad esempio, nel Duomo di Milano le confessioni riprenderanno il 25 maggio quando saranno individuati ambienti idonei dove collocare anche lastre di plexiglas. A Roma, invece, nel santuario del Divino Amore, il sacramento sarà amministrato nel “Boschetto”, fra tavoli di pietra o di legno. E ci sarà uno spazio all’aperto per ricevere l’assoluzione anche in alcune parrocchie dell’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace.

Confessione (2)
Confessione

Prima Comunione e Cresima?

Il sacramento della Cresima è sospeso. Sulle Prime Comunioni si chiede di rinviarle. Al riguardo, la Conferenza episcopale italiana ricorda le parole di papa Francesco al Regina Caeli di domenica 17 maggio: “Chiaramente, a causa della pandemia, questo bel momento di fede e di festa è stato rimandato. Perciò desidero inviare un pensiero affettuoso ai bambini e alle bambine che avrebbero dovuto ricevere per la prima volta l’Eucaristia. Carissimi, vi invito a vivere questo tempo di attesa come opportunità per prepararvi meglio: pregando, leggendo il libro del catechismo per approfondire la conoscenza di Gesù, crescendo nella bontà e nel servizio agli altri. Buon cammino!”.

(Fonte avvenire.it)

Redazione Papaboys

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,920FansLike
17,749FollowersFollow
9,749FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

Medjugorje

Ogni giorno una Lode a Maria: 15 Luglio 2020. Regina della...

Ogni giorno una Lode a Maria: 15 Luglio 2020. Regina della Pace, prega per me Aiutaci, dolce Vergine Maria, aiutaci a dire: ci sia pace...