Maria Agnes muore pochi giorni dopo aver compiuto 18 anni. Cause ancora ignote

Maria Agnes

Pochi attimi, terribili. Maria Agnes era con gli amici. Sorrideva, scherzava, si divertiva a una festa di 18 anni di due gemelli. All’improvviso si è accasciata a terra, mentre guardava un video dedicato ai festeggiati.

Qualche secondo per capire che s’era sentita male ed è subito scattato l’allarme. Gli altri ragazzi, le persone presenti hanno immediatamente allertato l’ambulanza. In una manciata di minuti sono arrivati al ristorante Il Boschetto di Serino, in provincia di Avellino, lungo la strada che sale al Terminio, i sanitari del 118.

I medici le hanno tentato tutte. Hanno cercato di rianimarla, di evitare l’epilogo peggiore utilizzando a ripetizione il defibrillatore. Purtroppo, un destino crudele ha strappato quella bellissima e solare ragazza alla vita. Troppo presto. Maria Agnes aveva solo 18 anni.

Era diventata maggiorenne qualche giorno fa. Lo scorso fine settimana, insieme a tanti, aveva spento le candeline che rappresentano il traguardo e il punto di partenza per «diventare grandi».

Maria è riuscita a godersi solo qualche giorno da maggiorenne. Rabbia, dolore, sconcerto. Risiedeva a Santo Stefano del Sole, nella contrada San Pietro che si trova a ridosso dell’abitato di Santa Lucia di Serino e non molto lontano da San Michele di Serino. La famiglia è originaria di Sala di Serino. Gente stimata, apprezzata, conosciutissima. Tutta l’alta Valle del Sabato è sconvolta.

Le comunità locali non riescono a capacitarsi di quanto accaduto l’altra notte, intorno all’una, nel noto locale ai piedi del Terminio. Maria ha avvertito il malore mentre quell’evento per festeggiare il diciottesimo compleanno dei due amici gemelli volgeva al termine. I presenti non si sono persi d’animo, quando hanno visto la diciottenne accasciarsi. Hanno allertato i soccorsi, cercando di prestare i primi aiuti alla ragazza.

Poi, la tragedia. Il dramma si è consumato nello spazio di poco tempo. Il cuore di Maria ha cessato di battere. Uno choc per tutti. Sul posto sono arrivati anche i Carabinieri della Stazione di Serino per gli accertamenti di rito. Approfondimenti necessari per fare chiarezza sull’accaduto. Ma il decesso per cause naturali appare ormai assodato. In ogni caso, questa mattina sarà affidato dalla Procura della Repubblica di Avellino l’incarico per eseguire l’autopsia.

Titolare del fascicolo è il magistrato Roberto Patscot.

Il banco di scuola di Maria Agnes

Il medico legale Lamberto Pianese ha effettuato l’esame esterno del corpo già l’altra notte, subito dopo il fatto. La salma è stata successivamente trasferita presso la sala morgue dell’ospedale Moscati. I militari hanno cercato di ricostruire gli ultimi momenti di vita di Maria, anche attraverso il racconto degli amici e delle altre persone che partecipavano a quel party. Un’attività investigativa necessaria quando si verificano episodi del genere, nonostante si tratti quasi certamente di un decesso causato da un malore.

L’autopsia che sarà effettuata dal medico legale Pianese, alla presenza di un cardiologo e di un anatomopatologo – fugherà ogni dubbio. Non si esclude che il cuore di Maria abbia cessato di battere a causa di una patologia per la quale era stata sottoposta a un intervento chirurgico mesi addietro. Ma non ci sono stati episodi che lasciassero presagire problemi e addirittura un fatto del genere.

Una morte improvvisa, nel pieno della gioia per la sua festa e per quelli degli amici. Il sorriso stampato sul volto, la spensieratezza dell’età, l’amore dei genitori, del fratello e della sorella: le immagini di Maria, elegantissima, avvolta da un vestito rosso che spegne le candeline sono impresse nella mente di molti.

In pochi giorni quei momenti di straordinaria felicità si sono trasformati in una tragedia assurda, terribile, che fa rabbia. Un dolore troppo forte da poter metabolizzare. Ora si attende che la salma venga liberata dopo l’esame autoptico per essere consegnata alla famiglia ed eseguire così le esequie.

Nella casa della periferia di Santo Stefano del Sole già dalla prima mattinata di ieri è cominciato un lungo via vai di persone. Amici, conoscenti, parenti hanno tentato di alleviare l’immensurabile dolore del papà, della mamma, dei fratelli della bellissima diciottenne che troppo presto ha lasciato la vita terrena. Sogni spezzati da un maledetto malore.

Credito: Leggo

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome