Maltempo. Venezia: alle 11.20 è attesa marea di 160 cm. Ecco la situazione sul resto dell’Italia

Maltempo. Venezia: alle 11.20 è attesa marea di 160 cm. Ecco la situazione sul resto dell’Italia. A cura della Redazione Papaboys

venezia

VENEZIA – Il Centro maree del Comune di Venezia ha rivisto la previsione, già alta, da 145 a 150, Ispra (Istituto superiore per la protezione ambientale di Venezia) invece anticipa livelli più preoccupanti: 157 centimetri alle 11.20. Se la cifra sarà confermata, la marea invaderà la città storica e le sue isole, già pesantemente provate e danneggiate dall’«Aqua granda» di martedì 12 con 187 centimetri e il secondo livello della storia dopo il 1966. Le scuole oggi rimangono chiuse.

NEL RESTO D’ITALIA

Allerta rossa in alcuni settori del Veneto e arancione in Alto Adige, su parte del Friuli Venezia Giulia e su gran parte dei territori di Veneto, Liguria e Toscana. Allerta gialla invece su Lazio, Abruzzo, Marche, Umbria, Molise, su gran parte dell’Emilia-Romagna, su parte della Lombardia e sui settori rimanenti di Friuli Venezia Giulia, Toscana, Veneto e Liguria. Dalle prime ore della giornata si prevedono venti di burrasca, con raffiche di burrasca forte, dai quadranti meridionali su Friuli Venezia Giulia, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e Sicilia, con mareggiate lungo le coste esposte. Previste, inoltre, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Toscana, Marche, Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise.

Sci

I fiocchi compariranno a quote superiori i 400-600 metri sul Piemonte e, sopra gli 800-1000 metri, su Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige, dove sono attesi fino a 70 centimetri di neve, che si aggiungerà a quella caduta nei giorni scorsi. La nuova ondata di maltempo potrebbe mettere in ginocchio le zona già duramente colpite, come la val Pusteria. A Brunico e dintorni il blackout, con qualche breve ripresa, dura ormai da mercoledì notte. La situazione sta tornando lentamente alla normalità, nella cittadina pusterese domani le scuole e gli asili resteranno comunque chiusi.

Redazione Papaboys

Fonte www.corriere.it

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome