Lunedì 26 Giugno – Vorrei fosse una misura generosa

Lunedì 26 Giugno - Vorrei fosse una misura generosaIn quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non giudicate, per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con la quale misurate sarete misurati. Perché osservi la pagliuzza nell’occhio del tuo fratello, mentre non ti accorgi della trave che hai nel tuo occhio? O come potrai dire al tuo fratello: permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio, mentre nell’occhio tuo c’è la trave? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e poi ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello». Mt 7, 1-5

C’è un giudizio.
Con cui misuro me e gli altri.
Vorrei fosse buono.
Vorrei non ci fosse proprio.
Vorrei, infatti, non giudicare.

C’è una misura.
Per misurare la mia vita.
Per misurare la vita degli altri.
Vorrei fosse la stessa.
Vorrei fosse una misura generosa.

C’è una trave che mi offusca la vista.
Ma purtroppo non mi chiude la bocca.

C’è una pagliuzza nell’occhio di mio fratello.
Ma c’è poca luce nel mio occhio.
C’è poco amore nel mio cuore.
E faccio grandi danni.

Liberami.
Togli tu le mie travi.
Riempimi occhi e cuore di te.
E le mie mani toglieranno pagliuzze.
E la mia bocca tacerà.

Di don Mauro Leonardi





Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €15.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome