Lourdes. Lydia, una volta miracolata al santuario, si dona agli ammalati

La guarigione miracolosa di Lydia Brosse

Lourdes Santissimo Sacramento
Lourdes

La storia

Lydia, nel 1930, Dio, soffriva per molte affezioni ossee, di origine tubercolare. Aveva subito diversi interventi per ascessi multipli e ripetuti. Era stremata, dimagrita e anemica a causa di queste emorragie. Il suo corpo presentava numerose piaghe.

Durante il suo pellegrinaggio a Lourdes nell’Ottobre 1930, non si era riscontrato nessun miglioramento sensibile del suo stato. L’ultimo giorno, rinuncia al bagno alle piscine. È durante il viaggio di ritorno verso Saint Raphaël, che trova il desiderio e la forza di alzarsi.

Le sue piaghe si chiudono. Al suo ritorno il medico curante constata “uno stato di salute fiorente, una cicatrizzazione completa…”.

LEGGI: Esther, 15 anni, guarisce per miracolo alla piscine del santuario.

Lourdes
Lourdes
 

Durante tutti gli anni che seguiranno, Lydia si recherà a Lourdes con il pellegrinaggio del Rosario per dedicarsi agli ammalati. Solo 28 anni dopo la sua guarigione, il miracolo viene ufficialmente proclamato, non tanto per la perplessità dei medici, ma per la lentezza dei processi di riconoscimento.

Il miracolo viene riconosciuto il 5 agosto 1958 da Mons. Jean Guyot, vescovo di Coutances.

Muore nel settembre 1984 all’età di 95 anni. Ha servito gli ammalati con tutte le sue forze e con tutta la sua anima.

Fonte www.lourdes-france.org

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome