Lourdes. Il 3 aprile del 1919 il corpo di Santa Bernadette Soubirous venne esumato e ritrovato intatto

Santa Bernadette Soubirous, Marie-Bernarde Soubiroux o Maria Bernada Sobeirons in occitano (Lourdes, 7 gennaio1844; † Nevers, 16 aprile 1879), è stata una vergine e veggente francese. È conosciuta per le apparizioni mariane alle quali assistè in una grotta del suo paese natale (Grotta di Massabielle). La visione dell’allora quattordicenne Bernadette di una “Signora vestita di bianco”, divenuta nota poi come Nostra Signora di Lourdes, viene correlata a prodigi non spiegabili scientificamente da una Commissione medica appositamente istituita dall’amministrazione del Santuario di Nostra Signora di Lourdes



I sorprendenti accadimenti di cui Bernadette fu protagonista in giovane età, hanno fatto di Lourdes uno dei principali luoghi di pellegrinaggio per chi professa la fede cristiana. Fu proclamata beata da papa Pio XI nel 1925 e santa l’8 dicembre 1933 da papa Pio XI.

“Non vivrò un solo istante senza passarlo amando”, ecco una raccolta delle più belle frasi di Santa Bernardette Soubirous, la giovane veggente delle apparizioni di Lourdes.

Il suo corpo venne esumato il 22 settembre 1909 e apparve inspiegabilmente incorrotto. Altre esumazioni avvennero il 3 aprile 1919 e nel 1925, e il corpo non mostrava ancora segni di corruzione. I medici presenti nelle tre esumazioni giudicarono il fenomeno “non naturale”. Dal 1925 il corpo di Santa Bernadette è esposto alla devozione dei fedeli. Le è stato posto solo un leggero strato di cera sul volto.

 Bernadette_Soubirous




ALCUNE FRASI DI SANTA BERNADETTE

– Quel poco tempo che siamo al mondo, bisogna impiegarlo bene.

– Se tu sapessi quant’è buona la Madonna!

– Sto meglio, il Signore non mi ha voluta, sono andata fino alla porta e Lui mi ha detto: torna indietro, è troppo presto.

– Dio solo sa quanto mi costa dovermi presentare davanti ai vescovi, ai preti, alla gente del mondo.

– Non posso trovare bella nessuna madonna, dopo aver visto l’originale.

– La Vergine talvolta vuole che si preghi a lungo, e una persona è stata guarita soltanto dopo nove novene.

– La Madonna me l’ha detto che non sarei stata felice in questo mondo, ma nell’altro.

– Non avrei certamente scelto questa inazione in cui sono ridotta. La preghiera è la mia sola arma…

– Quando passi davanti alla cappella, se non hai il tempo di fermarti, incarica il tuo angelo custode di portare il tuo messaggio al Signore nel tabernacolo. Lo porterà e poi ti raggiungerà di nuovo.

– Trasportati al Monte degli Olivi o ai piedi della croce, e rimani là: il Signore ti parlerà e tu lo ascolterai.

– Penso che è la Madonna che mi dà Gesù Bambino. Lo prendo. Gli parlo e lui mi parla.

– Quando non si riesce a pregare, ci si rivolge a san Giuseppe.

– Quando sei davanti al Santissimo, da una parte hai vicino la Madonna che ti ispira quello che devi dire al Signore, e dall’altra il tuo angelo custode che prende nota delle tue distrazioni.

– Dobbiamo ricevere bene il Signore, abbiamo tutto l’interesse di fargli buona accoglienza, un’accoglienza amabile, perché allora deve pagarci l’affitto.

– Se lavori per le creature, non avrai ricompensa e ti stancherai molto di più.

– Che cosa pensate di me? Volete che non sappia che se la Madonna mi ha scelta è perché ero la più ignorante? Se ne avesse trovata una più ignorante, avrebbe preso lei.

– Ebbene, sorella, non dimenticate ciò che vi dico: dovunque siate, ricordatevi sempre di lavorare solo per il Signore. Capite, vero? Per il Signore.

– Quando noi teniamo troppo a qualche cosa, questo non piace a Dio.

– Bambine, amate tanto la Madonna, e pregatela molto. Vi proteggerà….

– Di morire io avrei una paura, se vedessi avvicinarsi l’ultimo momento!. Oh, quel momento non lo conosciamo mai. E quando arriva, il Signore ci dà la forza di affrontarlo.

– Oh sì! Dobbiamo pregare molto per i peccatori. Lo ha raccomandato la Madonna.

– Dio mio, siate benedetto in ogni cosa. Noi abbiamo ciascuno il nostro mezzo, la nostra strada per venire a voi.

– In occasione dell’incoronazione della statua di Nostra Signora a Lourdes (giugno 1876): se potessi trasportarmi in pallone alla grotta e rimanervi qualche minuto a pregare quando non c’è nessuno, ci andrei volentieri; ma dovendo viaggiare come tutti e trovarmi in mezzo alla folla, preferisco rimanere qui (al Convento di Nevers).

– Faccio generosamente il sacrificio di non rivedere più Lourdes. Non ho che un’aspirazione, quella di vedere la Vergine Santa glorificata e amata.

– Purché non arricchiscano. Dite loro di non arricchirsi. (Riguardo ad un certo miglioramento della situazione economica dei suoi familiari).

– Il denaro mi scotta.




Redazione Papaboys 

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome