Litanie Lauretane: 9 Ottobre – Madre sempre Vergine, prega per noi

Litanie Lauretane: 9 Ottobre – Madre sempre Vergine, prega per noi

La nostra tradizione e la nostra fede ci insegna che Maria non ha mai conosciuto uomo né prima del fidanzamento con Giuseppe, né durante il fidanzamento e lo sposalizio con lui, né dopo la sua morte. Dio ha creato questa donna per essere solo sua, dal primo istante del suo concepimento.

madre di dio

Cerchiamo di approfondire un attimo. Maria è Vergine nel cuore.

In esso mai è entrato un solo desiderio che non fosse solo per il suo Signore. Nel cuore di Maria mai c’è stato posto per un’altra creatura.  Esso è stato solo e sempre del Signore, solo e sempre dello Spirito Santo, solo e sempre della Beata Trinità, solo e sempre Dio ha potuto abitare in esso.

Il nostro cuore invece è una piazza, uno stadio, un porto di mare, uno stagno, un anfiteatro nel quale trovano posto bene e male, giustizia e ingiustizia, santità e peccato, Dio e il diavolo, verità e menzogna, purezza e impurità, fedeltà e infedeltà, pietà ed empietà, paradiso e inferno, desideri di ogni genere. È triste un cuore nel quale il Signore non sta a suo agio e molti nostri cuori sono un vero disagio per Lui. Lui lascia, abbandona e se ne va.

Possiamo dire che il cuore della Vergine Maria, dopo quello di Cristo Gesù, è la seconda vera abitazione del Padre sulla nostra terra.

#michiedo

  1. Nel mio cuore c’è ancora qualcosa da eliminare che non piacere a Gesù?
  2. Gesù e Maria abitano nel nostro cuore e ci stanno davvero bene?

#invocazione

Madre Santa, donna dal cuore grande e profumato di ogni virtù, aiutami in questo cammino di crescita. Amen.

madre di dio maria
#lapreghieradeisanti

UN CUORE DI FANCIULLO

O Maria, Madre di Dio,
conservami un cuore di fanciullo,
puro e limpido come acqua di sorgente.
Ottienimi un cuore semplice,
che non assapori la tristezza;
un cuore grande nel donarsi
e tenero nella compassione;
un cuore fedele e generoso
che non dimentichi nessun beneficio
e non serbi rancore per il male.
Forma in me un cuore dolce e umile,
un cuore grande ed indomabile
che nessuna ingratitudine possa chiudere
e nessuna indifferenza possa stancare;
un cuore tormentato dalla gloria di Gesù Cristo,
ferito dal Suo amore con una piaga
che non rimargini se non in Cielo. Amen.

(Louis De Grandmaison)

Di don Francesco Cristofaro – https://www.facebook.com/DonFrancescoEsserePrete

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome