Litanie Lauretane: 1 Ottobre – Santa Maria

Nelle litanie lauretane che si recitano a conclusione del Santo Rosario, il primo titolo con il quale invochiamo la vergine Maria è: “Santa Maria”. Immediatamente siamo trasportati a contemplare tutta la bellezza della santità della nostra Madre celeste, in modo che ci possiamo innamorare di essa. Lo sappiamo bene, la bellezza attrae, conquista, seduce il cuore, lo attira a sé. Più grande è la bellezza e più il cuore si stordisce, rimane incatenato.

Le nostre parole sono sempre piccole, povere, semplici. Dio ha dato alla Madre del suo Figlio Unigenito tutto ciò che era possibile donare. Tre cose non può mai donarle: l’eternità, la divinità, le relazioni intra trinitarie .Questa appartengono all’essenza stessa del mistero della trinità e sono incomunicabili all’esterno e al di fuori di Dio.
Ogni altra cosa, ogni altro dono, ogni altra verità, ogni altra santità il Padre l’ha donata alla Vergine Maria, in Cristo, per opera dello Spirito Santo. Le ha dato la partecipazione piena della sua divina natura. Nessuna creatura è rivestita in un modo così alto della natura divina e tuttavia la Vergine Maria resta in eterno Creatura del Padre. Ella è Figlia del Padre, Madre del Figlio, Mistica Sposa dello Spirito Santo. Per Lei vengono generati a Dio tutti i suoi nuovi figli, i figli di adozione che nascono da acqua e da Spirito Santo. In Lei ogni giorno è generato il Corpo di Cristo Gesù, la sua Chiesa.

#michiedo
1. Quanto amore ho per la Mamma Celeste?
2. Ogni giorno invoco la sua protezione materna, la sua intercessione?
3. La Mamma Celeste abita nella mia casa e, ancor prima nella mia vita?

#invocazione
Ti amo Mamma. Prendimi per mano e portami a Gesù.

#lapreghieradeisanti






PREGHIERA A CONCLUSIONE DEL ROSARIO (di Giovanni Paolo II)

Ave Maria, Donna povera ed umile,
benedetta dall’Altissimo!
Vergine della speranza, profezia dei tempi nuovi,
noi ci associamo al tuo cantico di lode
per celebrare le misericordie del Signore,
per annunciare la venuta del Regno
e la piena liberazione dell’uomo.
Ave Maria, umile serva del Signore,
gloriosa Madre di Cristo!
Vergine fedele, dimora santa del Verbo,
insegnaci a perseverare nell’ascolto della Parola,
ad essere docili alla voce dello Spirito,
attenti ai suoi appelli nell’intimità della coscienza
e alle sue manifestazioni negli avvenimenti della storia.
Ave Maria, Donna del dolore,
Madre dei viventi!
Vergine sposa presso la Croce, Eva novella,
sii nostra guida sulle strade del mondo,
insegnaci a vivere e a diffondere l’amore di Cristo,
a sostare con Te presso le innumerevoli croci
sulle quali tuo Figlio è ancora crocifisso.
Ave Maria, Donna della fede,
prima dei discepoli!
Vergine Madre della Chiesa, aiutaci a rendere sempre
ragione della speranza che è in noi,
confidando nella bontà dell’uomo e nell’amore del Padre.
Insegnaci a costruire il mondo dal di dentro:
nella profondità del silenzio e dell’orazione,
nella gioia dell’amore fraterno,
nella fecondità insostituibile della Croce.
Santa Maria, Madre dei credenti,
Nostra Signora di Lourdes,
prega per noi.
Amen.




Di don Francesco Cristofaro – www.facebook.com/DonFrancescoEsserePrete

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome