HomeNewsRes Publica et SocietasLe amputarono una gamba dopo un'infezione causata da un assorbente: Lauren è...

Le amputarono una gamba dopo un’infezione causata da un assorbente: Lauren è tornata a sfilare

La modella 28enne, Lauren Wasser, è tornata a sfilare dopo l’amputazione della gamba destra, a causa di un’infezione da stafilococco aureo provocata da un assorbente interno nel 2012. Di fatto, una carriera stroncata. Ma la settimana scorsa, Lauren è tornata in passerella e lo ha fatto con una protesi d’oro, durante la New York Fashion Week.

Le amputarono una gamba dopo un'infezione causata da un assorbente Lauren è tornata a sfilare - Photogallery - Rai News_20160224175414

L’occasione le è stata offerta da Chromat, creatore di corsetti e costumi altamente strutturati. Sul suo profilo Instragram la modella ha pubblicato alcune foto della sfilata in passerella ma anche del dietro le quinte, accompagnate da un commento: “Grande giorno con grandi persone”. A meno di tre anni dall’amputazione, Lauren è riuscita a riprendere la sua carriera, facendosi così promotrice di un’immagine di bellezza rivoluzionaria. Infatti, su Instagram si è data il nome ‘Theimpossibilemuse’ (‘la musa impossibile’). Sul sito ‘Vice’ aveva raccontato quello che le era capitato, una storia poi ripresa da molti media internazionali. Dopo aver descritto i sintomi sopravvenuti, come febbre e vomito e rush cutanei, ha accusato l’azienda produttrice degli assorbenti interni che usava in quel periodo, la Kotez Natural Balance, dichiarando di aver intentato una causa per non aver indicato sulla confezione le controindicazioni complete.

Le amputarono una gamba dopo un'infezione causata da un assorbente Lauren è tornata a sfilare - Photogallery - Rai News_20160224175440

Stessa sorte è toccata anche a una ragazza di 13 anni, vittima anche lei della sindrome da shock tossico.


Redazione Papaboys (Fonte  www.rainews.it)

Sostieni Papaboys 3.0

Informazioni personali

Dettagli di fatturazione

Termini

Totale Donazione: €100.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Iscriviti alla newsletter gratuita