Home News Italiae et Ecclesia L'apparizione della Madonna a un giovane contadino

L’apparizione della Madonna a un giovane contadino

L’apparizione della Madonna a un giovane contadino

La devozione alla Madonna della Guardia ha inizio alla fine del XV secolo, in seguito all’apparizione a cui Benedetto Pareto avrebbe assistito nel 1490.

Nel 1490, Benedetto Pareto, giovane contadino, era sul Monte Figogna (vicino Genova) intento al lavoro, tagliando il fieno. Verso le 10 di un mattino, mentre attendeva che la moglie gli portasse il pranzo – nella Val Polcevera di allora i contadini mangiavano a quell’ora -, vide una signora maestosa, dal viso bellissimo, i modi dolcissimi e l’aspetto splendido, che gli disse di essere la regina del cielo, precisando per rassicurarlo di essere Maria, la madre di Gesù, indicandogli poi il punto del monte dove costruire una cappella a lei dedicata. Poiché Pareto era povero, ella gli aveva promesso l’aiuto necessario.

Il contadino raccontò il fatto alla moglie quando questa arrivò con il pranzo; la donna subito lo derise credendolo impazzito, e il contadino si dimenticò dell’apparizione. Ma il giorno dopo, salito su un fico per mangiarne i frutti, a causa della rottura di un ramo cadde, restando in fin di vita, proprio mentre rischiava la morte ebbe una seconda apparizione della Madonna, che gli rinnovò la richiesta di costruire la cappella, facendolo guarire improvvisamente.

La guarigione convinse i presenti a credergli, e con l’aiuto di volontari iniziò la costruzione della cappella. 

Così venne costruito il Santuario della Madonna della Guardia, uno dei luoghi di fede più famosi in Italia.

Numerose sarebbero le grazie qui ottenute: tra queste si ricorda quella a fra Giuseppe Maria Simbelli, converso dei Padri Trinitari di Santa Maria della Mercede, della parrocchia di San Benedetto di Fassolo (San Benedetto al Porto), il quale, sofferente di etisia, il 26 luglio 1727 si fece portare al santuario: la sua guarigione fu dichiarata miracolosa con decreto del 17 giugno 1728 dal vicario generale arcivescovile monsignor Giuseppe M. Bolina.

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,934FansLike
19,967FollowersFollow
9,824FollowersFollow
2,330SubscribersSubscribe

News recenti

coronavirus-covid-mascherina-tuta

Coronavirus, dati di lunedì 30 novembre: ancora 672 morti e 16.377...

Coronavirus in Italia, il bollettino di lunedì 30 novembre del Ministero della Salute. I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Italia sono...