La terza giornata di Papa Francesco nelle Filippine vista da Padre Antonio Spadaro SJ

La terza giornata di Papa Francesco nelle Filippine vista da Padre Antonio Spadaro SJLe immagini della scorsa notte resteranno certamente nella memoria di molti. Papa Francesco celebra la Santa Messa sotto la pioggia scrosciante ed un vento impetuoso. Indossa un impermeabile giallo, lo stesso portato da centinaia di migliaia di persone giunte lì, dove quattordici mesi fa un altro tifone, Haiyan, aveva portato morte e distruzione.  Sotto a quel cielo grigio, davanti a quella distesa sconfinata di mantelline gialle, Papa Francesco ci regala un altro momento eccezionale: abbandona il testo in inglese che aveva preparato per l’omelia e parla a braccio in spagnolo. Quante emozioni, quali sentimenti emergono da quelle parole! «Molti di voi hanno perso tutto […] Abbiamo un Signore che è capace di piangere con noi, è capace di accompagnarci nei momenti più difficili della vita guardiamo Cristo: lui è il Signore, e lui ci comprende perché è passato per tutte le prove che ci hanno colpito». Il maltempo costringe Papa Francesco ad abbreviare la sua visita e quando lo comunica, in italiano, i presenti si rattristano, nello sguardo di molti si legge «resta con noi». Papa Francesco però non è stato sconfitto dalle intemperie, anzi, proprio questa pioggia, questo vento, proprio quella sterminata distesa di impermeabili gialli, hanno scolpito per sempre nei cuori dei presenti e di quanti hanno potuto seguire l’evento, il ricordo di questa giornata.

Anche la giornata di domani si preannuncia memorabile: per la Santa Messa al Rizal Park di Manila si prevede un’accoglienza senza precedenti, sono attesi oltre i quattro milioni di fedeli, ma alcuni commentatori parlano addirittura di sei milioni.

Come abbiamo già fatto per le precedenti visite in Corea e Turchia, noi di Papaboys 3.0 seguiremo il Viaggio Apostolico di Papa Francesco in estremo oriente attraverso gli occhi (o meglio: i tweet) di un testimone di eccezione: Padre Antonio Spadaro SJ.

Padre Antonio Spadaro SJ è direttore della rivista La Civiltà Cattolica, studioso ed esperto della comunicazione digitale, consultore del Pontificio Consiglio della Cultura e del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, scrittore, autore del blog CyberTeologia. Noto anche come – Gesuita 2.0 – per la sua conoscenza e passione per internet e nuove tecnologie, in questi giorni si trova in Sri-Lanka nella duplice veste di inviato di La Civiltà Cattolica e di Rainews24.

[box]Non perdere gli altri articoli della serie:

16 gennaio 2015:
Il secondo giorno di Papa Francesco nelle Filippine visto da Padre Antonio Spadaro SJ

15 gennaio 2015:
Da #PapaSriLanka a #PapaFilippine il viaggio di Papa Francesco visto da Padre Antonio Spadaro SJ

14 gennaio 2015:
Il secondo giorno di Papa Francesco in Sri-Lanka visto da Padre Antonio Spadaro SJ

13 gennaio 2015:
Il primo giorno di Papa Francesco in Sri-Lanka visto da Padre Antonio Spadaro SJ

12 gennaio 2015:
Il viaggio Apostolico di Papa Francesco in estremo oriente visto da Padre Antonio Spadaro SJ

[/box]

Il servizio è stato curato da Alessandro Ginotta

1 COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome