La Terra Santa si accende per la visita di Papa Francesco

papaFRANCESCO.TNTERRASANTAGERUSALEMME – La visita che Papa Francesco compirà in Terra Santa alla fine di maggio darà un impulso nuovo al processo di pace tra israeliani e palestinesi. Lo scrive il patriarca di Gerusalemme dei latini Fouad Twal nella lettera pastorale per la Quaresima diffusa in lingua araba e rilanciata dagli organi ufficiali del patriarcato latino di Gerusalemme. Il messaggio patriarcale ripreso dall’agenzia Fides, oltre a riproporre le pratiche tradizionali che segnano in maniera particolare il tempo quaresimale – preghiera, digiuno, elemosina, sollecitudine nell’accostarsi al sacramento della confessione – invita i fedeli a prepararsi alla imminente visita che il Vescovo di Roma compirà “come pellegrino nei luoghi che il Signore ha benedetto con la sua nascita, il suo battesimo, la sua predicazione, la sua morte e resurrezione”.

Il Papa – riferisce il patriarca Twal “verrà a confermare la nostra fede, intensificare le relazioni ecumeniche e il dialogo interreligioso e donare un nuovo slancio al processo di pace tra israeliani e palestinesi, rafforzando le relazioni tra il Vaticano e ognuno dei Paesi che verrà a visitare: la Giordania, la Palestina e Israele”. Fin da ora, il patriarca latino di Gerusalemme invita “il più grande numero di fedeli possibile a partecipare alle messe che il Santo Padre celebrerà, una allo stadio internazionale di Amman (24 maggio), l’altra sulla piazza della Natività a Betlemme (25 maggio).

Dalla fine di febbraio è già stato attivato dalla apposita commissione media istituita in vista della visita papale dalla Assemblea dei vescovi ordinari cattolici di Terra Santa il sito http://popefrancisholyland2014.lpj.org, accessibile in 7 lingue, che fornisce documentazione riguardo al prossimo pellegrinaggio papale in Terra Santa e alle sue intenzioni. Intanto, domani pomeriggio verrà inaugurata nella hall del Convento di san Salvatore a Gerusalemme, l’esposizione intitolata “Paolo VI in Terra Santa”, allestita con il patrocinio della Custodia di Terra Santa, che presenta al pubblico foto e documenti storici relativi al viaggio compiuto da Papa Paolo VI a Gerusalemme nel 1964.

VISITA ANNULLATA? LO DICE UN SITO ISRAELIANO

Secondo il sito “Time of Israele”, Papa Francesco è stato costretto ad annullare la sua visita in Israele, prevista per il 24-26 maggio, a causa della vertenza in atto dei funzionari del ministero degli Esteri israeliano. La notizia sarebbe stata confermata da una fonte del ministero. “Lo sciopero può dare difficoltà per la preparazione del viaggio, ma per ora per noi non c’è altro”, ha detto padre Lombardi, direttore della Sala Stampa vaticana.

IL SITO DEL VIAGGIO DI PAPA FRANCESCO IN TERRA SANTA

E’ stato lanciatoin questi giorni il sito ufficiale del viaggio apostolico di Papa Francesco in Terra Santa.

 http://popefrancisholyland2014.lpj.org è l’indirizzo del portale che racconterà la visita del Pontefice in Giordania, Israele e Palestina prevista dal 24 al 26 maggio prossimo.  Secondo quanto riferisce il Franciscan media center, il centro televisivo e multimediale della Custodia di Terra Santa, il sito, promosso dall’Assemblea degli Ordinari cattolici di Terra Santa, è in sette lingue (arabo, ebraico, italiano, inglese, spagnolo, portoghese e francese). In apertura della pagina, la fotografia dello storico incontro tra il patriarca Atenagora e papa Paolo VI nel 1964, a Gerusalemme, seguita dall’immagine di Bartolomeo I con Papa Francesco, durante la visita del 2013 a Roma.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome