La potenza dell’arcangelo San Michele nella durissima lotta contro l’Anticristo

Considera come la guerra che il demonio cominciò contro Dio nel cielo e che prosegue sulla terra, non terminerà che con la fine del mondo; allora, anzi, sarà più terribile, perchè il demonio, sapendo che gli resta poco tempo, susciterà una tribolazione così grave contro i fedeli – dice N. S. nel Vangelo – quale non fu mai da quando il mondo esiste. Allora verrà l’Anticristo, il quale cercherà con i prodigi fatti con l’aiuto dei demoni di indurre eventualmente in errore anche gli eletti. Avverranno diserzioni ed apostasie dappertutto: la fede già languida dei cristiani verrà meno per la persecuzione e rimarranno pochissimi costanti nella fede, i quali saranno martirizzati dall’Anticristo. Egli si farà adorare come Dio, e molti sedotti gli crederanno.






II. Considera come S. Michele, costituito da Dio qual principe della Chiesa, non potrà mancare di difenderla contra la fiera ed empia guerra dell’Anticristo che sarà strumento principale del demonio contro di essa. Potrà allora la Chiesa ripetere con Davide «nessun altro in questa fiera lotta mi aiuta, se non il Principe Michele». E come nella persona dell’Anticristo il demonio riunirà tutta la sua malizia, così allora S. Michele spiegherà tutto il suo zelo in difesa dell’onore di Dio, di Gesù Cristo e della Chiesa.

III. Considera, o cristiano, quanto è grande la potenza di S. Michele Arcangelo, e quanto sublimi sono i trionfi di questo celeste guerriero: corri pure a rifugiarti sotto le ali di sì potente capitano, e non cessare di pregarLo che ti liberi dalla seduzione di altri anticristi, che non mancano in questi tempi d’iniquità. Quanti tra i cristiani stessi spargono massime erronee contro la sana morale del Vangelo, contro la disciplina della Chiesa! Quanti seminano errori e seducono le anime incaute! Quanti con i loro cattivi esempi trascinano le anime alla perdizione! Ricorri al celeste guerriero e pregaLo che non cessi d’illuminare la tua mente perchè non cada mai in errore e di munire il tuo cuore perchè, nonostante tanta corruzione. e malizia dei tempi, rimanga sempre puro e fervoroso nell’amore di Dio. PregaLo inoltre che renda gloriosa la Chiesa di Gesù Cristo col farla sempre riuscire vittoriosa sulle eresie che si spargono e sul malcostume che signoreggia.






APPARIZIONE DI S. MICHELE IN BASILICATA
Famosa la Grotta di S. Angelo a Fasanella, un tempo feudo dei Signori Galeota, sia che si consideri la bellezza naturale del luogo, o l’ampiezza del maestoso edificio, o il meraviglioso avvenimento ivi accaduto mentre Manfredi Principe dell’antica città di Fasanella un giorno era intento alla caccia, avendo sciolto un falcone, questo subitamente entrò nella cavità di un colle, e poiché di la più non usciva, spinse il Principe ad accostarsi per vedere cosa mai ivi si nascondesse. Questi essendosi avvicinato udì canti soavissimi, che lo riempirono di meraviglia, scossosi di qui, come destato da un sogno piacevole, s’avviò frettolosamente verso la città, e dopo avere manifestato il prodigio, determinò di andarci di nuovo nel giorno seguente insieme al Clero e al popolo. E così fece. Ma appena giunse sul luogo, il falcone tutto festante sì posò sulle sue mani. Fatta poi dilatare la buca, si scoprì una meravigliosa spelonca nel cui fondo si vide un Altare eretto in onore di S. Michele, il che fece versare lagrime a tutti gli astanti per l’allegrezza. Questa sacra Grotta d’allora in poi non solo fu tenuta in somma venerazione dalla popolazione del luogo ma diventò famosa meta di pellegrinaggi dalla Spagna, dalla Francia e da altre Nazioni, anche orientali tanto che l’Ughelli ne parla con non minore lode di quella del Gargano.

PREGHIERA
E’ necessario che la vostra potente destra, o vittorioso guerriero del cielo, intervenga a difendere la S. Chiesa che il Demonio, per mezzo dei suoi seguaci, veri anticristi, non cessa di disprezzare, insultare, amareggiare e perseguitare. A Voi, o potente Arcangelo, è stata affidata la navicella di Pietro. Aumentate la fede, rinvigorite la speranza, perfezionate la carità dei fedeli perchè possano resistere a tutti gli sforzi dei nemici di Gesù Cristo, ed essere sempre vittoriosi nella fede.




SALUTAZIONE
Io Vi saluto, o S. Michele; Voi che siete il Ministro del Signore degli Eserciti, il tutore della fede dei cristiani, difendetemi dai nemici della fede.

FIORETTO
Mortificherai la superbia con atti di mortificazione interna ed esterna.

Preghiamo l’Angelo Custode: Angelo di Dio, che sei il mio custode, illumina, custodisci, reggi e governa me, che ti fui affidato dalla pietà celeste. Amen.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome