La piccola Elisa è un ‘angelo’ che ha sentito la voce di Dio e salvato una neonata dalla morte

Elysia Laub è una piccola star. Precisamente dal luglio del 2016. Negli Stati Uniti, dove abita, le hanno affibbiato un soprannome speciale: “the guardian angel”, “l’angelo custode”. Perché, nonostante la sua giovane età, 10 anni, ha già salvato una vita.

QUELLE VOCI NELLA TESTA…

Un giorno Elysia, mentre si trovava nella sua casa nello stato dell’Indiana, sentì all’improvviso il bisogno di uscire fuori. Aveva infatti delle voci che le risuonavano in testa e le dicevano di andare in un angolo del giardino. All’inizio la bambina si era spaventata.

UN MAIALINO?

Ma poi, si è ricordata di quanto le avevano insegnato e cioè che a volte Dio sceglie di parlare alle persone. Decise, dunque, di dare retta a quelle voci, e se ne andò in giardino. Lì, sull’erba, notò subito qualcosa di strano. All’inizio pensava si trattasse di uno dei maialini che allevavano in un recinto non molto distante.

INSETTI E VERMI

Ma arrivata vicino vide che non si trattava affatto di un maialino. Da un cespuglio sbucavano due gambine rosa. Era una bambina. Tutta ricoperta di insetti e vermi che gli strisciavano addosso. Stava al sole e la sua pelle delicata era già ustionata.
LA SCOPERTA DI MAMMA HEIIDI

Elysia capì immediatamente che doveva chiedere aiuto. Così corse a casa e chiamò la madre Heidi. La donna, all’inizio, pensò si trattasse di uno scherzo o della fervida immaginazione della bambina. Ma la seguì. Appena vide la neonata, cominciò ad urlare. Disse allora ad Elysia di avvertire i soccorsi, prese la bambina e la portò dentro casa.

CORDONE E PLACENTA

Lo sceriffo John Buncich, che rispose alla chiamata della bambina, si precipitò subito sul posto. Le indagini faranno in seguito luce sull’intera vicenda: la bambina era stata abbandonata dalla madre poche ore prima che Elysia la ritrovasse. Aveva ancora attaccati un residuo di cordone ombelicale e placenta.

Il nome della madre, una minorenne, non venne mai rivelato ma gli inquirenti sono riusciti a risalire a lei (Daily Mail, luglio 2016).

Adesso la bambina sta bene ed è stata adottata. Ma se Elysia non avesse ascoltato la voce di Dio, quella piccolina sarebbe sicuramente morta.





LA PROVVIDENZA DIVINA

«Quando l’ho vista la prima volta – ha detto la bambina – ho pensato: “Ma è vero? È vero?’. Ho continuato a vedere qualcosa in movimento, ma ho pensato che era una bambola, poi ad un maialino scappato dal recinto vicino».

Mamma Heidi ha attribuito al divino, senza giri di parole, la grazia avvenuta. «Bastava che uscissimo di casa qualche ora più tardi e la neonata sarebbe morta. E’ stato un miracolo» (Chicago Tribune, luglio 2016).




Fonte it.aleteia.org/Gelsomino del Guercio

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome