La Magliana si trasforma in Speranza: per un giorno solo?

tmp_cover644 - CopiaROMA – Uno dei quartieri malfamati della città di Roma, con scenari inequivocabilmente legati a misfatti e pagine oscure: è in questo quartiere della Capitale che Papa Francesco semina la Speranza, unica vera via di salvezza di questa epoca moderna. Si! Il Vescovo della città ha portato con se un seme, che gettato, accolto e fatto crescere può trasformare i cuori, restituire alla grazia ed alla gioia quello che le Istituzioni non hanno saputo fare in oltre un trentennio. Ed i più grandi lo sanno. I giovani lo stanno scoprendo a loro spese.

Solo chiacchiere. Troppo volte neanche quelle. Il Papa ci ha fatti entrare nelle personali “necrosi spirituali”, “dov’è la mia necrosi dentro, dov’è la parte morta della mia anima, dov’è la mia tomba” ha chiesto Francesco a ciascuno di noi, e poi “qual è la parte del cuore che si può corrompere, perché sono attaccato al peccato e togliere la pietra della vergogna e lasciare che il Signore ci dica, come a Lazzaro, ‘Vieni fuori’ “.

Grazie Francesco, per aver chiamato ciascuno di noi a rimetterci in piedi, con un ulteriore appello chiaro e forte, che proprio dalla Magliana risuona in tutta l’Urbe, ed anche oltre confine: “Siamo peccatori, ma attenzione a non diventare corrotti”

Ed allora, ascoltiamo le parole di speranza di Francesco, e che non sia speranza per un giorno solo! di Daniele Venturi
.

.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome