La Diocesi di Locri condanna intimidazione a giornalista Pino Lombardo

fiammeCALABRIA – LOCRI (RC) – “L’amministratore della Diocesi di Locri-Gerace, mons. Cornelio Femia, a nome  di tutta la comunita’ diocesana, rivolge la propria solidarieta’ al giornalista  di Gazzetta del Sud, Pino Lombardo, colpito da un vile atto intimidatorio”. E’ quanto si afferma in un comunicato dell’ufficio comunicazioni sociali della diocesi. Nel comunicato si esprime “ferma condanna per la scelta della violenza  quale mezzo per fermare ogni libera voce impegnata a raccontare le vicende del nostro territorio. La violenza – prosegue il testo – puo’ ottenere il solo risultato di ferire la convivenza civile, che va difesa con l’esempio e con la  testimonianza cristiana. Siamo convinti che la comunicazione vada messa ‘al servizio di un’autentica cultura dell’incontro” come ci ricorda il Santo Padre nel messaggio per la prossima Giornata Mondiale delle Comunicazioni. ‘I media – scrive Papa Francesco – possono aiutare a farci sentire piu’ prossimi gli uni agli altri; a farci percepire un rinnovato senso di unita’ della famiglia umana che spinge alla solidarieta’ e all’impegno serio per una vita piu’ dignitosa'”.  “Con queste certezze – conclude la nota – invitiamo tutti gli operatori  dell’informazione a proseguire la propria attivita’ con impegno e con amore  verso la verita’, continuando a fornire il proprio prezioso contributo per il  riscatto di un territorio difficile come quello della Locride”

Fonte: www.zoomsud.it

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome