L’8 Dicembre il Cardinale Parolin aprirà il Giubileo dei piloti a Loreto in omaggio alla Vergine Lauretana

Si vuole così celebrare il centenario della proclamazione della Vergine Lauretana a patrona degli aviatori. Il cardinale Parolin aprirà la Porta Santa l’8 dicembre prossimo

Il 24 marzo 1920, accogliendo i desideri di molti piloti d’aereo reduci della prima guerra mondiale, papa Benedetto XV, su richiesta del cardinale Agostino Richelmy, arcivescovo di Torino, e di altri cardinali e vescovi, proclamò la «Beatissima Vergine Maria, denominata di Loreto, la principale patrona presso Dio di tutti i viaggiatori in aereo».

A quell’epoca l’Aeronautica militare italiana, come ricorda l’Avvenire, non era ancora una forza armata, ma fin dal momento della sua fondazione, avvenuta tre anni dopo, il 28 marzo 1923, in tutti i suoi reparti si venerava la Virgo Lauretana. Ancora oggi sono numerose le testimonianze nelle quali l’Aeronautica militare, attraverso la fede e la devozione di tanti suoi membri, dimostra una viva venerazione alla propria celeste patrona.

Ed è in virtù di questo vincolo speciale che la lega alla Madonna di Loreto che è stata firmata ieri a Loreto, presso il Museo pontificio, un’intesa tecnica tra la Delegazione pontificia per il Santuario della Santa Casa e l’Aeronautica militare italiana, finalizzata al coordinamento e alla promozione di eventi per il 2020, anno centenario dalla proclamazione della Vergine Lauretana patrona degli aviatori.

Di Vito Punzi per Avvenire.it

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome