In Iraq i fondi per i rifugiati rubati da funzionari corrotti

043913698-d943da8a-a071-4455-a1bd-a5025f895a84IRAQ – I fondi per i rifugiati sottratti da funzionari corrotti. L’Arcivescovo Nona: rubano a povera gente che ha perso già tutto

Baghdad – Un’inchiesta parlamentare è in corso per verificare e punire fenomeni di corruzione riguardanti i fondi destinati alle famiglie di rifugiati costretti a abbandonare le proprie case davanti all’offensiva dei jihadisti dello Stato islamico. Lo rivelano fonti locali consultate dall’Agenzia Fides.

La distrazione di fondi sarebbe opera soprattutto di alcuni funzionari e impiegati del Ministero per l’emigrazione e l’evacuazione. Alcuni di loro avrebbero applicato tangenti al trasferimento di fondi destinati ai profughi. Problemi nella gestione dei fondi sono stati ammessi anche dal vice-ministro Salam al-Khafaji, secondo il quale molti membri del personale ministeriale si sarebbero procurati falsi documenti per poter fruire degli aiuti destinati ai rifugiati. In alcuni casi le stesse famiglie destinatarie degli aiuti governativi si sarebbero viste rivolgere richieste di tangenti da parte di funzionari corrotti.

Secondo i dati forniti dal Ministero, a ogni famiglia di sfollati dovrebbe essere corrisposta la cifra di un milione di dinari iracheni (corrispondenti a circa 850 dollari) per poter acquistare beni di prima necessità nella condizione emergenziale in cui si trovano.

“Purtroppo la corruzione in Iraq non è un’eccezione ma la regola, a tutti i livelli” spiega all’Agenzia Fides mons. Amel Shamon Nona, l’Arcivescovo caldeo di Mosul costretto a trovare rifugio insieme ai suoi fedeli a Ankawa, distretto a maggioranza cristiana di Erbil.

“Ma nella situazione in cui ci troviamo” aggiunge l’Arcivescovo “il furto grida al cielo, perché si tratta di risorse destinate a povera gente che ha perso già tutto. E spiega perchè qui da noi, nonostante gli annunci, non abbiamo visto ancora arrivare nessun tipo di aiuto concreto da parte del governo centrale”. Fonte: Agenzia Fides

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni, con il cuore, senza interessi economici o politici, semplicemente perché il cuore ci chiama a farlo. E ci mettiamo passione, costanza, ed anche quel pizzico di professionalità che deve contraddistinguere i cristiani. Ecco perché siamo “missionari di parabole antiche e sempre nuove: chiamati ad esserci, ed a stare anche vicini ad ognuno di voi”.

Un numero sempre maggiore di persone legge Papaboys.org senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Soprattutto quando si parla di cristianesimo.

Purtroppo il tipo di informazione che cerchiamo di offrire richiede molto tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire tutti i giorni i costi quotidiani di Papaboys.org ed abbiamo deciso di chiedere proprio a te che leggi di essere per noi, proprio Provvidenza.

Puoi aiutarci a continuare questa missione sempre meglio e con maggiore spessore ed incisività? L’unica cosa che non possiamo garantirti è aumentare il cuore che ci mettiamo per fare questo lavoro, perché fino ad oggi ce lo abbiamo messo davvero tutto! Ma con un po’ di sostegno in più, possiamo essere davvero più incisivi, per te, e per tutti coloro che ci seguono (quasi 2.000.000 di lettori ogni mese!)

Inviaci il tuo contributo, quello che vuoi, e che puoi. E che Dio ti benedica!

Grazie
Daniele Venturi
Direttore Papaboys.org

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €15.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome