Il sospiro dello Spirito

spiritoRIFLESSIONE SUL VANGELO DI QUESTO LUNEDI’ – “Gesù con un profondo sospiro…” Senza lo Spirito, ci vuol dire Gesù, a che serve un mondo di segni dati da Lui? Sarebbero indecifrabili.

Solo accogliendo lo Spirito i segni hanno senso e acquistano valore, e ne originano altri, generati proprio da quel soffio creativo e generativo dello Spirito, rappresentato da Gesù in quel momento.

Gesù emise questo sospiro, di fronte alla richiesta dei farisei, proprio come quello al momento della sua morte: tutto è compiuto, non occorre altro segno che questo: Lui che sospira: ogni altro segno, se questo non viene accolto, che senso ha?

Lo Spirito dona senso al segno, lo fa vivere.
Se accogliamo lo Spirito in noi, allora tutto diventa segno di grazia.
Prima però lo Spirito, poi accade il segno.

Lo Spirito, in appunto, non dà segni “DAL” cielo.
I segni dello Spirito sono segni “DEL”cielo, ma stanno sulla terra, cominciando proprio dal primo dei segni: Gesù.

LO SPIRITO SPIRA “DALLA” TERRA CON I SEGNI “DEL” CIELO

Don Luciano Sanvito

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome