Pubblicità
HomeTestimoniumIl Santo di oggi 14 Marzo 2020 Santa Matilde di Germania, Regina

Il Santo di oggi 14 Marzo 2020 Santa Matilde di Germania, Regina

Oggi la Chiesa ricorda Santa Matilde di Germania

Santa Matilde
Santa Matilde

A Quedlinburg in Sassonia, in Germania, santa Matilde, che, moglie fedelissima del re Enrico, fu insigne per umiltà e pazienza e si prodigò generosamente nell’assistenza ai poveri e nella fondazione di ospedali e monasteri.

LEGGI: Lettura e commento al Vangelo di oggi

Etimologia: Matilde = forte in guerra, dal tedesco

Emblema: Corona, Globo, Scettro, Borsa di denaro, Modellino di chiesa

La vita

Nasce ad Enger intorno all’anno 895 da principesca famiglia. I genitori l’affidano da bambina alla abadessa di Erfurt, perchè la educasse all’amore e al desiderio delle virtù cristiane. Matilde corrispose alle premure dei genitori e alle sollecitudini della sua educatrice, e non ritornò in famiglia, se non quando seppe essere quella la volontà di Dio.

Nell’anno 913 ella giurava fedeltà di sposa al principe Arrigo, figlio di Enrico duca di Sassonia. Il suo sposo, dopo la morte di Corrado re di Germania, nel 919, divenne imperatore.

La modestia, l’umiltà, l’innocenza e tutte le doti del suo nobile animo colpivano chiunque la incontrasse. La santa amava visitare gli ammalati e i poveri.

Il suo ruolo politico non le permetteva d’occupare gran parte delle sue giornate nelle opere di carità. Nel cuore della notte, però, mentre nella reggia tutto taceva, andava in chiesa e passava ore ed ore in unione con Dio nella preghiera e nella contemplazione. Il marito, profondamente cattolico, assecondava la pietà e le opere della consorte.

La morte dello sposo

Dall’unione tra Enrico e Matilde erano nati cinque figli: Enrico il Litigioso, il futuro imperatore Ottone I, San Bruno arcivescovo di Colonia, Gerburga moglie del re Luigi IV di Francia ed Edvige madre di Ugo Capeto. Enrico avrebbe preferito lasciare il trono al fratello Ottone, ma Matilde tentò di convincere i nobili ad eleggere comunque lui, suo prediletto, ma infine la spuntò Ottone. Enrico inizialmente si ribellò al fratello, ma infine riconobbe la sua supremazia e questi allora, per intercessione di Matilde, lo perdonò e lo nominò duca di Baviera. Suo figlio divenne poi imperatore col nome di Enrico II alla morte di Ottone I.

Il Signore punì la predilezione della Santa per il secondogenito e permise che i suoi figli si alleassero contro di lei, la spogliassero di ogni potere e la costringessero a ritirarsi presso un monastero. Grandi sofferenze, dispiaceri e umiliazioni dovette sopportare la regina in questi avvenimenti, tanto più che le erano causati da persone da lei tenerissimamente amate: ma tutto sopportò in spirito di penitenza.

La regina Matilde conduceva una vita assai austera ed a causa delle sue ingenti elemosine si attirò le ire dei figli: Ottone la accusò infatti di sperperare il tesoro della corona, le richiese un rendiconto delle sue spese e la fece spiare per tenere sotto controllo ogni suo movimento, ma con suo grande dolore anche il figlio favorito Enrico si schierò con il fratello appoggiando la proposta di far entrare la madre in convento onde evitare ulteriori danni al patrimonio familiare. Matilde sopportò con estrema pazienza tutto ciò, constatando amaramente come i suoi figli si fossero riappacificati solo per perseguire i loro interessi a suo discapito.

Lasciò allora tutta la sua eredità ai figli e si ritirò nella residenza di campagna ove era nata.

Era però destino che la Germania non potesse fare ameno di questa santa donna: appena partita, infatti, Enrico cadde ammalato e sorsero nuovi problemi politici. Sotto pressione del clero e dei nobili, la moglie di Ottone convinse questi a chiedere perdono alla madre, a restituirle il maltolto e richiamarla a partecipare agli affari di stato. Matilde tornò così a corte e riprese anche le sue opere di carità.

Successivamente ci furono ancora problemi interni alla famiglia. Successivamente Matilde si ritirò definitivamente nei monasteri da lei fondati, in particolare a Nordhausen. Verso la fine del 967 una febbre che la disturbava ormai da tempo si aggravò ulteriormente.

Santa Matilde
Santa Matilde

La morte

La santa muore il 14 marzo 968. Il corpo di Matilde venne sepolto accanto a quello del marito e subito iniziò la venerazione popolare nei suoi confronti. Nelle diocesi tedesche di Paderborn, Fulda e Monaco è ancora oggi particolarmente vivo il suo culto. L’iconografia è solita raffigurare Santa Matilde con in mano il modellino di una chiesa o una borsa di denaro, simboli della sua generosità e delle sue fondazioni monastiche.

Redazione Papaboys

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
10,027FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Preghiera Miracolosa da recitare alla Vergine Maria

‘Preghiera Miracolosa’ a Maria Santissima per chiedere una grazia urgente. Supplica...

Preghiera Miracolosa da recitare alla Vergine Maria Conosci questa supplica a Maria per chiederLe una grazia di cui hai bisogno? Ecco il testo: Cuore Immacolato di Maria,...