Home Testimonium Il Santo del giorno 23 Luglio 2020 San Giovanni Cassiano, uno dei...

Il Santo del giorno 23 Luglio 2020 San Giovanni Cassiano, uno dei Padri della Chiesa

Oggi la Chiesa ricorda San Giovanni Cassiano

San Giovanni Cassiano è stato un presbitero e monaco rumeno, originario presumibilmente della Dobrugia, regione della Scizia (l’attuale Romania), o, secondo altre fonti, in Provenza, è venerato come santo dalla Chiesa cattolica e da quella ortodossa. È uno dei Padri della Chiesa.

LEGGI: Oggi la Chiesa ricorda una grande mistica. Ecco chi era

La vita

Poco sappiamo della sua vita. Il suo nome originario sembra che fosse semplicemente Cassianus; il nome Johannes gli sarebbe stato aggiunto in onore a San Giovanni Crisostomo.

Soggiornò lungamente in Terrasanta, a Betlemme, e in Egitto dove visitò vari gruppi eremitici della tebaide. Verso i 40 anni fu a Costantinopoli dove divenne prezioso collaboratore e amico del patriarca San Giovanni Crisostomo, qui forzando la sua volontà fu ordinato diacono

Venne coinvolto in alcuni conflitti tra il patriarca di Costantinopoli e alcuni vescovi dove si intromette anche l’imperatrice Eudosia: nell’agosto del 403 Giovanni Crisostomo venne deposto ed esiliato, anche perché non aveva risparmiato critiche molto dure alla sovrana.

Cassiano fu inviato a Roma, per chiedere a Papa Innocenzo I di intervenire nella disputa.

A Roma, Giovanni Cassiano si fermò per alcuni anni, nel 410 fu testimone del saccheggio dell’Urbe ad opera dei Goti di Alarico. Nel 415 si trasferì in Gallia, a Marsiglia, dove fu ordinato sacerdote e ritornando a vita monacale.

San Giovanni Cassiano, 23 Luglio
San Giovanni Cassiano, 23 Luglio

A Marsiglia fondò due monasteri: uno per gli uomini, l’abbazia di San Vittore, l’altro per le donne del San Salvatore, sull’esempio di quelli egiziani. Visse in Provenza per il resto della sua vita, qui compose le due opere che lo resero famoso: De institutis coenobiorum, e le Collationes, che San Benedetto da Norcia raccomandò come autorevoli trattati per la formazione dei monaci.

La morte e il culto

San Giovanni Cassiano muore nel 435 e venne sepolto nel monastero di San Vittore, da lui fondato. Le reliquie andarono disperse durante la rivoluzione francese.

In Occidente venne acclamato santo subito dopo la morte: la Chiesa cattolica celebra tuttora la sua festa il 23 luglio. In seguito fu canonizzato anche dalla Chiesa ortodossa, che lo celebra il 29 luglio. (Fonte it.cathopedia.org)

Redazione Papaboys

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità

I nostri social

9,904FansLike
18,972FollowersFollow
9,770FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

News recenti

Sai dove si trova il Cristo più grande del mondo?

È il ‘Cristo’ più grande del mondo: un’opera gigantesca. Sai dove...

Dove si trova il Cristo più grande di tutto il mondo? In un parco naturale bellissimo si trova il Gesù più grande del mondo... Secondo quanto...