Home Testimonium Il Santo del giorno 11 Ottobre: Sant'Alessandro Sauli, il nobile che divenne...

Il Santo del giorno 11 Ottobre: Sant’Alessandro Sauli, il nobile che divenne servo della Croce

Oggi la Chiesa ricorda Sant’Alessandro Sauli, Vescovo

Alessandro Sauli è stato un vescovo cattolico, religioso e teologo italiano dell’Ordine dei chierici regolari di San Paolo, di cui venne eletto superiore generale nel 1567: docente universitario di teologia e di filosofia a Pavia, fu vescovo di Aleria e poi di Pavia. È stato proclamato santo da papa Pio X nel 1904.

LEGGI: Oggi la Chiesa ricorda San Giovanni XXIII – Papa. (Vita e preghiera)

(Fonte santiebeati.it/Domenico Agasso)

La vita

Nasce a Milano il 15 Febbraio del 1534 da una famiglia nobile genovese, che dà senatori e dogi alla Repubblica marinara.

Aveva una particolare attitudine allo studio; alte relazioni che, adolescente, gli procurano la nomina a paggio di corte: quella di Carlo V, signore d’Europa e d’America, padrone del mondo.

Partendo da lì, uno come lui può arrivare in fretta ai grandi posti. Ma Alessandro Sauli non parte.

A 17 anni chiede di entrare fra i Chierici Regolari di San Paolo, detti Barnabiti, perché risiedono presso la chiesa milanese di San Barnaba. Sono preti legati da una regola di vita comune, da severi compiti di studio e d’insegnamento. Uomini di punta del rinnovamento religioso.

“Domando di essere accolto”, dice, “per abbandonarmi totalmente nelle mani dell’obbedienza”.

Nel segno dell’obbedienza si espone a una prova tra le più sgradevoli: compare nella piazza dei mercanti vestito da nobile, ma portando sulle spalle una pesante croce. Si umilia, insomma, a dar spettacolo, esponendosi allo scandalo e alla beffa. E dà inizio a una consuetudine:

Da allora, “portar la croce” fa parte delle nostre tradizioni familiari. E’ una delle più care e indimenticabili, perché ogni barnabita inizia il proprio anno di noviziato portando la croce dalla comunità alla chiesa” (P. Luis Origlia Roasio).

Ordinato sacerdote

Ordinato sacerdote, diviene maestro e formatore di barnabiti, chiamati a esser uomini della croce e del libro, della fede e della cultura strettamente unite, nel XVI secolo come nel XX.

Alessandro Sauli, in quest’opera, è talmente uomo di punta che a soli 34 anni lo fanno già superiore generale. Carlo Borromeo (divenuto santo), arcivescovo di Milano, lo vuole suo confessore.

Pio V nel 1567 lo nomina vescovo di Aleria, in Corsica, dove c’è da fare tutto, compreso lo sfamare i fedeli, vittime di carestie e pirati; e proseguendo col formare preti culturalmente degni, infondendo in loro slancio per l’evangelizzazione.

Per vent’anni la Corsica ha in lui un padre e maestro. E morirebbe lì, ma deve poi obbedire a un suo allievo diventato papa, Gregorio XIV, che lo trasferisce come vescovo a Pavia.

Obbedisce, anche se tanto lavoro l’ha già sfiancato. Eppure intraprende subito la visita pastorale: non smette di “portare la croce”, finché un minimo di forze lo sorreggono.

Sant'Alessandro Sauli, 11 Ottobre
Sant’Alessandro Sauli, 11 Ottobre

La morte e il culto

Muore in una visita pastorale a Calosso d’Asti, dove accettò l’ospitalità del signore del luogo. Ma non nei saloni nobili:bensì al pianterreno con i lavoranti, vicino alla portineria.

E qui l’11 Ottobre 1592 muore l’“Apostolo della Corsica”.

Fu proclamato beato il 23 aprile 1741 da papa Benedetto XIV mentre Papa Pio X lo canonizzò l’11 dicembre 1904.

Il suo corpo è venerato nella cattedrale di Pavia, nella sontuosa cappella settecentesca a lui dedicata.

Alcune reliquie sono ospitate nella basilica di San Michele Maggiore in Pavia e nella basilica santuario di Santa Maria de Finibus Terrae a Santa Maria di Leuca.

Redazione Papaboys

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,853FansLike
19,407FollowersFollow
9,780FollowersFollow
2,330SubscribersSubscribe

News recenti

Coronavirus: i dati delle ultime 24 ore

Coronavirus. Italia: nelle ultime 24 ore 16.079 contagi e 136 morti

Coronavirus: ecco il bollettino sui contagi e le vittime In Italia, nelle ultime 24 ore, ci sono stati 16.079 contagi e 136 morti COVID-19 - Secondo...