Home News Res Publica et Societas Il piccolino di 14 mesi investito ieri da una camion è salvo,...

Il piccolino di 14 mesi investito ieri da una camion è salvo, ma gli hanno amputato una gamba

Le condizioni del bimbo restano gravi. Il camionista si è rifiutato di sottoporsi all’alcoltest. Arrestato

Una cittadina sconvolta, la folla inferocita, un bambino di 14 mesi che ha subito l’amputazione di parte di una gamba e lotta tra la vita e la morte, una famiglia devastata e un investitore che ha perfino rifiutato di sottoporsi all’alcoltest dopo aver causato il dramma.


Sono questi gli elementi sostanziali di quello che è accaduto a Marostica, nel Vicentino, ieri, 8 marzo, in un tranquillo pomeriggio di sole.

Mamma e figlio di 14 mesi travolti dal camion in fuga da un posto di blocco: è successo in provincia di Vicenza, in Veneto. Ha centrato con il camion una mamma e un passeggino nel quale c'era un bimbo di 14 mesi. Un impatto terribile: il piccolino è gravissimo ed è stato trasportato in elicottero a Padova, la madre è ferita ma non sarebbe in pericolo di vita. Il fatto è accaduto l'8 marzo in via Monte Grappa a Marostica (Vicenza), intorno alle 17. Il camionista era fuggito ad un posto di blocco della polizia e aveva successivamente perso il controllo del mezzo, travolgendo mamma e bambino. Secondo una prima ricostruzione il piccolo, trasferito in ospedale con l'elicottero, era nel passeggino. È rimasta ferita in modo non grave anche la madre. Incolumi invece il papà e l'altro figlio piccolo che si trovava con loro. Sul posto le pattuglie della polizia locale per fare luce sull'episodio. Il gruppetto familiare si trovava nei pressi di una curva nella quale è sopraggiunto il camion, che viaggiava ad alta velocità. Il bambino è stato sbalzato dal passeggino a causa dell'urto ed è finito a terra in gravissime condizioni. L'elisoccorso del 118 lo ha trasportato d'urgenza all'ospedale. Il conducente del mezzo è stato fermato e condotto alla caserma dei Carabinieri. Sul posto sono intervenuti anche i Vigili del fuoco. Era in stato evidente di ebbrezza da alcol - secondo alcune testimonianze - il conducente del camion che nel pomeriggio ha travolto un passeggino ferendo gravemente un piccolo di 14 mesi a Marostica ( Vicenza). Il mezzo stava trasportando alcuni bancali in legno, e stava viaggiando ad alta velocità, probabilmente proprio per evitare un controllo della Polizia locale, ma ha perso il controllo a una curva, andando a urtare il muretto di un'area verde nei pressi della quale c'era la famiglia, composta dai due genitori, il piccolo in passeggino e un fratellino di 4 anni. Dopo l'urto, sempre secondo le testimonianze, il conducente avrebbe cercato di darsi alla fuga ma è stato bloccato dai carabinieri che lo hanno condotto in caserma, fermando anche il padre del piccolo che cercava di avventarsi su di lui.

LA VICENDA E L’ARRESTO DEL CAMIONISTA

E’ stato arrestato nella notte il camionista che nel tardo pomeriggio di ieri a Marostica (Vicenza), in stato di ebbrezza alcolica, ha perso il controllo del suo mezzo investendo una famiglia e travolgendo un passeggino in cui c’era un bambino di 14 mesi.

Il piccolo ha subito un delicato intervento che ha portato all’amputazione della parte di una gamba il piccolo di 14 mesi investito da un uomo ubriaco al volante ieri a Marostica.

bimbo.travolto.mamma.camion

L’intervento è stato eseguito d’urgenza dall’equipe chirurgica della Pediatria di Padova, dove il bambino è stato ricoverato dopo un primo accesso all’ospedale San Bortolo di Vicenza. Ora il piccolo si trova in terapia intensiva, le sue condizioni continuano a rimanere molto critiche. Il bambino è costantemente sotto osservazione da parte dei medici.

PUOI LEGGERE ANCHE: Mamma e figlio di 14 mesi travolti dal camion in fuga dal posto di blocco: bimbo gravissimo, l’autista era ubriaco

Il camionista arrestato, Pietro Dal Santo, nella foto sotto, 58 anni, vicentino di Thiene, lavora come artigiano in proprio e ha causato l’incidente mentre stava tornando a casa.

pietro_del_santo

L’uomo non ha collaborato con i Carabinieri e ha rifiutato di sottoporsi all’alcoltest; in ospedale a Bassano del Grappa attraverso i prelievi del sangue è stato possibile confermare l’assunzione di alcolici.

A quel punto sono scattate le manette.

Sostieni Papaboys 3.0

Anche se l’emergenza Coronavirus ha reso difficile il lavoro per tutti, abbiamo attivato a nostre spese la modalità di smart working (lavoro da remoto) per stare vicino ad ognuno di voi, senza avere limitazioni di pubblicazione, con informazione e speranza, come ogni giorno, da 10 anni. CI PUOI DARE UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,925FansLike
17,749FollowersFollow
9,719FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

Quando Padre Amorth raccontò di un potente esorcismo realizzato da Benedetto...

L’attuale Papa emerito era ai tempi della stesura del rituale «ad interim» uno dei membri della commissione cardinalizia incaricata di scrivere il testo. Egli è...