Pubblicità
HomeNewsPax et JustitiaIl card. Sandri tra i cristiani in Iraq: il silenzio internazionale è...

Il card. Sandri tra i cristiani in Iraq: il silenzio internazionale è tradimento

Il card. Sandri tra i cristiani in Iraq: il silenzio internazionale è tradimentoProsegue in Iraq la visita del cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione delle Chiese Orientali. Stamani ha celebrato la Divina Liturgia nella Chiesa caldea di Duhoq, nel Kurdistan iracheno, nel Nord del Paese, davanti a credenti – ha affermato – “rimasti fedeli attraversando la prova e la persecuzione”.

Il silenzio della comunità internazionale è tradimento
“Quando l’uomo smette di essere fedele al Dio dell’alleanza – ha detto il porporato nell’omelia – finisce per non essere fedele neanche alla sua propria umanità e a quella dei suoi fratelli e sorelle, con i quali magari ha vissuto fino al giorno prima. So di trovarmi in mezzo a persone amate che più di ogni altro sanno cosa significa quanto ho detto, dal momento che sulla propria pelle hanno sperimentato il tradimento di altri: di coloro che hanno assalito e preso le case e i beni, che hanno profanato i templi ove si insegna la pace credendo di far trionfare una idea di violenza e di morte, che hanno violentato e preso la giovinezza di bambini e ragazze per le loro basse soddisfazioni. Ma tradimento – ha sottolineato – é percepito anche il silenzio durato troppo a lungo della comunità internazionale, o l’abbandono delle forze nazionali e regionali che inizialmente avevano offerto garanzie di protezione”.

Mettersi in ginocchio di fronte al dolore dei poveri
“In tutto questo dramma però – ha affermato il cardinale Sandri – non dimenticatelo, mentre l’uomo mentiva e tradiva, Dio é rimasto fedele. Vi ha resi vicini e conformi all’immagine stessa di Cristo suo Figlio: a voi si applica quanto detto pochi giorni fa da Papa Francesco, che mi ha chiesto di portarvi il suo saluto e la sua benedizione, a proposito dei poveri: ‘come mi piacerebbe che imparassimo ad inginocchiarci di fronte ai poveri!’. Ci mettiamo in ginocchio dinanzi alla vostra esperienza e dolore, di fronte ai vostri silenzi e alla vostra sopportazione, di fronte ai vostri rapiti e ai vostri morti”.

La coscienza intorpidita dell’Occidente
Siamo venuti qui – ha aggiunto – “per farci pellegrini verso il luogo ove Abramo partì lasciando la propria casa per ascoltare la voce del Signore. Voi lo avete fatto in senso reale, trovando qui ospitalità nel nome del Signore, noi lo facciamo in senso spirituale per scuotere le coscienze talora intorpidite del nostro Occidente. Innanzi a voi e insieme a voi diciamo al Signore: Misericordia, perdono, pietà!”.

Il card. Sandri tra i cristiani in Iraq: il silenzio internazionale è tradimento

A cura di Redazione Papaboys fonte: Radio Vaticana

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,119FansLike
20,918FollowersFollow
9,984FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Papa

Udienza generale di Papa Francesco, 12 maggio 2021. Segui ora la...

Udienza generale di Papa Francesco, 12 maggio 2021. LIVE TV dal Vaticano, dalle h. 09.15 Ritorna l'appuntamento del mercoledì con Papa Francesco, per la catechesi...