Hollande da Papa Francesco: anche da Gesù andavano le prostitute

122016357-e81cda76-e8f8-4eb0-8950-12a7dc8b8e7a (1)CITTA’ DEL VATICANO – Oggi è giornata adatta – in molti ambienti tradizionalisti cattolici – per criticare il Papa che ha ricevuto il Presidente francesce Hollande (nella foto lapresse) , travolto da più di uno scandalo di questi tempi e che ha da poco permesso alla sua bella Francia il diritto di aborto. Per il Presidente francese è la prima visita alla Santa Sede dal giorno della sua elezione nel maggio del 2012.

François Hollande, capo dell’Eliseo, dopo il faccia a faccia privato con Papa Francesco ha  incontrato il segretario di Stato vaticano, mons. Pietro Parolin, e mons. Dominique Mamberti, segretario per i Rapporti con gli Stati.  “Nel corso dei cordiali colloqui – riferisce un comunicato della Sala Stampa vaticana – è stato rilevato il contributo della religione al bene comune. Nel richiamare i buoni rapporti esistenti tra la Francia e la Santa Sede, è stato ribadito il reciproco impegno a mantenere un dialogo regolare tra lo Stato e la Chiesa cattolica e a collaborare costruttivamente nelle questioni di interesse comune.

Nel contesto della difesa e della promozione della dignità della persona umana, si sono passati in rassegna alcuni argomenti di attualità, quali la famiglia, la bioetica, il rispetto delle comunità religiose e la tutela dei luoghi di culto. La conversazione è proseguita su temi di carattere internazionale, quali la povertà e lo sviluppo, le migrazioni e l’ambiente”. Infine – conclude il comunicato – “ci si è soffermati, in particolare, sui conflitti in Medio Oriente e in alcune regioni dell’Africa, auspicando che, nei diversi Paesi interessati, la pacifica convivenza sociale possa essere ristabilita attraverso il dialogo e la partecipazione di tutte le componenti della società, nel rispetto dei diritti di tutti, specialmente delle minoranze etniche e religiose”.

Siamo fiduciosi dell’ascolto che sa prestare a tutti il Santo Padre che proprio nella Messa di questa mattina a Santa Marta ha ricordato durante l’Omelia che “con gli  altri si devono sempre costruire ponti”. Oggi, con il presidente Francese lo ha fatto. Leggendo in queste ore vari pareri su forum e siti che contestano i sorrisi del Papa a personaggi ambigui dal lato cristiano (vedi il Sindaco di Roma Marino), ma lo stesso Hollande, vorrei ricordare che andavano a gettarsi ai piedi del Signore peccatori anche peggiori e prostitute.  Francesco è il Suo Vicario, e quindi ad Hollande avrà detto: “Vai, e non peccare più!”. Proprio come direbbe a ciascuno di noi.

Servizio di Francesco Rossi

 

PER APPROFONDIRE VI CONSIGLIO DI LEGGERE ANCHE QUESTI ARTICOLI:

Francia: l’aborto diventa diritto fondamentale

Cattolici Francesi: Santità ci aiuti con Hollande!

 

IL COMUNICATO IN FRANCESE DELLA SALA STAMPA VATICANA

Ce matin le Saint-Père François a reçu en audience le Président de la République française, Son Excellence Monsieur François Hollande, qui a ensuite rencontré Son Excellence Mgr Pietro Parolin, Secrétaire d’État de Sa Sainteté, et Son Excellence Mgr Dominique Mamberti, Secrétaire pour les Relations avec les États.

Au cours des entretiens cordiaux, la contribution de la religion au bien commun a été évoquée. Rappelant les bonnes relations qui existent entre la France et le Saint-Siège, a été réaffirmé l’engagement mutuel à maintenir un dialogue régulier entre l’État et l’Église catholique et à coopérer de manière constructive dans les questions d’intérêt commun. Dans le contexte de la défense et de la promotion de la dignité de la personne humaine, quelques arguments d’actualité ont été examinés, comme la famille, la bioéthique, le respect des communautés religieuses et la protection des lieux de culte.

La conversation s’est poursuivie sur des thèmes à caractère international, comme la pauvreté et le développement, les migrations et l’environnement. Elle s’est étendue, en particulier, sur les conflits au Moyen-Orient et dans quelques régions de l’Afrique, en souhaitant que dans les différents pays concernés la coexistence sociale pacifique puisse être rétablie à travers le dialogue et la participation de toutes les composantes de la société, dans le respect des droits de tous, spécialement des minorités ethniques et religieuses.

4 COMMENTI

  1. Rosebud 26 gennaiio 2014
    Dai Papa-boys ai papi-boys, pardon… al caso Hollande
    Sul sito Papa Boys (https://www.papaboys.org/hollande-da-papa-francesco-anche-da-gesu-andavano-le-prostitute/) c’è un articolo sulla visita di Hollande al Santo Padre, in cui è scritto: ”Leggendo in queste ore vari pareri su forum e siti che contestano i sorrisi del Papa a personaggi ambigui dal lato cristiano (vedi il Sindaco di Roma Marino), ma lo stesso Hollande, vorrei ricordare che andavano a gettarsi ai piedi del Signore peccatori anche peggiori e prostitute. Francesco è il Suo Vicario, e quindi ad Hollande avrà detto: “Vai, e non peccare più!”. Faccio osservare all’autore dell’articolo, che ai piedi del Signore non andavano a gettarsi peccatori potenti e mai pentiti. Purtroppo il Papa è anche Capo di Stato e per questo è costretto a fare buon viso a cattivo gioco. Per quanti sforzi faccia con la fantasia, non riesco ad immaginare Cristo qui e ora in Vaticano. Non riesco a immaginarlo mentre riceve uomini potenti, che non vanno da lui ad inginocchiarsi per chiedere perdono, ma per ricevere strette di mano, sorrisi e doni. Per quanti sforzi faccia con la fantasia, la diplomazia, che in fondo è anche ipocrisia, non riesco a figurarmela in Gesù. Immaginare la Chiesa d’oggi, e Cristo qui e ora, è quasi una follia.

    Renato Pierri

    P.S. Il tiolo è stato dato dalla redazione di Rosebud

  2. Renato Pierri é un noto anticlericale che scrive continuamente ai giornali, quasi esclusivamente per denigrare la Chiesa. Adesso si appiglia anche alle udienze del Papa e meraviglia che auspichi il pentimento di Hollande quando sappiamo bene le posizioni del Pierri su temi come l’aborto e la famiglia.Ho l’impressione che gli anticlericaliu di fronte ad una figura carismatica come Papa Francesco abbiano non poche difficolta’.Si rassegnino!

  3. Di norma rispondo solo a commenti pertinenti, Il signore sopra non ha colto il senso del mio scritto.
    Mi limito ad osservare che l’articolo non era una critica a questo Papa.
    Spesso, non conoscendo bene il significato del termine “anticlericale”, molti mi accusano d’essere anticlericale.
    Poiché in questi ultimi tempi ho sentito pronunciare da questo Papa concetti che vado scrivendo da anni, dovrei dedurne che papa Francesco è un anticlericale…
    P.S. Il pezzo è oggi sul quotidiano Libero, col titolo: “Cristo in Vaticano”.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome