Home News Sancta Sedes Grande paura per Papa Francesco, negativo al nuovo tampone. Silenzio dal Vaticano...

Grande paura per Papa Francesco, negativo al nuovo tampone. Silenzio dal Vaticano (per ora)

Ore di grandissima preoccupazione e preghiera per Papa Francesco, che – secondo alcuni fonti accreditate – sembrerebbe essere risultato negativo al tampone di queste ore, dopo che un monsignore a Lui vicino è stato ricoverato con urgenza.

Papa Francesco
Papa Francesco

Sanificati e messi in sicurezza gli ambienti della Segreteria di Stato Vaticano e di Casa Santa Marta, con grande coraggio il Santo Padre sta proseguendo nella sua quotidiana attività. Il monsignore in servizio alla Segreteria di Stato, trovato ieri positivo al coronavirus, è ricoverato al Columbus, la clinica gestita dal Policlinico Gemelli individuata come seconda struttura sanitaria Covid-19 a Roma oltre allo Spallanzani. La notizia del suo ricovero era stata anticipata ieri dal quotidiano Il Messaggero.

I dipendenti della Segreteria di Stato che possono aver avuto contatti con il monsignore italiano ora al Gemelli, sono stati convocati per sottoporsi al tampone. Alcuni dipendenti vaticani hanno risposto alla chiamata e sono smistati per le procedure nell’atrio della residenza di Santa Marta, mentre altri hanno fatto presente di essere già entrati in regime di isolamento.

Casa Santa Marta

Questa mattina il Pontefice ha celebrato regolarmente la Messa a Casa S. Marta.

Inoltre, come comunica il servizio di informazioni della Santa Sede, ha ricevuto questa mattina in Udienza:

– S.E. Mons. Giacomo Morandi, Arcivescovo tit. di Cerveteri, Segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede;

– Em.mo Card. Robert Sarah, Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti;

– S.E. il Signor Mario Juan Bosco Cayota Zappettini, Ambasciatore di Uruguay, in visita di congedo;

– Professor Marco Impagliazzo, Presidente della Comunità di Sant’Egidio.

PUOI LEGGERE ANCHE:

C’è grande attesa nel mondo per l’appuntamento di preghiera universale che il Papa ha proposto personalmente in occasione dell’Angelus, domenica scorsa, e ha ribadito ieri all’udienza generale.

Il primo appello a tutti i cristiani si è concretizzato proprio mercoledì 25 marzo, nell’invocazione a Dio onnipotente attraverso le parole del Padre Nostro in contemporanea con i Capi delle Chiese e i leader di tutte le Comunità cristiane. Un’orazione commovente verso il cielo.

Domani, venerdì 27 marzo, il secondo atteso appuntamento. Alle ore 18.00 i cattolici di tutto il mondo sono invitati ad unirsi spiritualmente, attraverso i mezzi di comunicazione, al Papa che presiederà un momento di preghiera che durerà circa un’ora, dal Sagrato della Basilica di San Pietro, con la Piazza vuota, come lui stesso ha annunciato il 22 marzo al termine della preghiera dell’Angelus:

Ascolteremo la Parola di Dio, eleveremo la nostra supplica, adoreremo il Santissimo Sacramento, con il quale al termine darò la Ben

Sostieni Papaboys 3.0

Anche se l’emergenza Coronavirus rende difficile il lavoro per tutti, abbiamo attivato a nostre spese la modalità di smart working (lavoro da remoto) per stare vicino ad ognuno di voi, senza avere limitazioni di pubblicazione, con informazione e speranza, come ogni giorno, da 10 anni. CI PUOI DARE UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,880FansLike
17,125FollowersFollow
9,612FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

videomessaggio.papafrancesco

Il messaggio al Tg1 di Papa Francesco agli italiani: ‘Il Papa...

A sorpresa all'inizio del Tg1 delle 20.00 collegamento con il Vaticano con un messaggio di Papa Francesco agli italiani. 'Usate tenerezza in questo momento difficile,...