Gianlorenzo aveva la maschera di Spiderman. ‘E’ volato via!’ Le parole dell’arcivescovo di Bologna

Gianlorenzo aveva la maschera di Spiderman. ‘E’ volato via!’ Le parole dell’arcivescovo di Bologna

A poche ore dalla morte di Gianlorenzo Manchisi, il bimbo di 2 anni deceduto a Bologna per una caduta dal carro di Carnevale, si cerca di ricostruire la dinamica di una morte tragica e inaspettata.

È stata proprio la madre del piccolo a raccontare a Leggo quanto accaduto in quei momenti drammatici. Gianlorenzo indossava fiero la sua maschera di Spiderman, divertito dall’atmosfera carnascialesca. “Si stava sedendo, è scivolato. Ha ferite da schiacciamento quindi forse è stato travolto”, ha dichiarato la donna. “Il papà era proprio lì accanto. Io ho cercato di prenderlo al volo ma sono rimasta impigliata con il vestito, non ce l’ho fatta. Neanche mio marito è riuscito a prenderlo”. La madre ha voluto ringraziare tutti i cittadini bolognesi per la vicinanza e le preghiere durante le disperate ore successive all’incidente e ha chiesto di poter vivere il proprio dolore “in maniera riservata”.

Le parole dell’arcivescovo

Anche l’arcivescovo di Bologna ha pianto la morte di quel bambino che, per un giorno, voleva trasformarsi nel suo amato Uomo Ragno. “Il Signore accoglie tra le sue braccia il piccolo Gianlorenzo, rapito alla vita terrena e oggi consegnato alla vita eterna”, ha dichiarato il prelato. “Il Signore voglia lenire il dolore acerbo dei genitori, dei fratelli e dei familiari e li conforti con il suo amore indefettibile”.

Bimbo cade da carro Carnevale a Bologna, è grave
L’intervento degli operatori del 118 in via Indipendenza, dove un bambino è caduto da un carro mascherato durante una sfilata a conclusione del Carnevale, rimanendo gravemente ferito, Bologna, 5 Marzo 2019. ANSA / GIORGIO BENVENUTI

Carro sequestrato

La Procura di Bologna ha aperto un’inchiesta contro ignoti per omicidio colposo. Il carro allegorico a tema Masterchef su cui si trovava il bambino è stato sequestrato dalle forze dell’ordine. “Abbiamo dato indicazioni ai Carabinieri di attivarsi”, ha dichiarato il procuratore, “e fare sì che i carri utilizzati in quell’occasione non presentino situazioni di insidiosità che, in tutta evidenza, presentava questo carro perché era caratterizzato da una possibilità di una uscita laterale per un corpo piccolo come quello del bambino”.

Marco Gasparri, presidente della Pro Loco di Granarolo, ha assicurato al che il carro “è stato collaudato a livello statico da un ingegnere soltanto nel gennaio scorso”, si apprende dal Resto del Carlino. “Il carro di Carnevale a tema Masterchef ha tutte le certificazioni previste, che sono state sottoposte al vaglio di Prefettura ed enti preposti. Non solo: è assicurato e come tutti i nostri carri ha un volontario che ne è responsabile. Prima di sfilare deve esserci tutta la documentazione in regola”.

Anche Daniela Lo Conte, sindaco di Granarolo, si è espressa in difesa dei volontari che organizzano la manifestazione. “Sono 41 anni che preparano i carri per i bambini e non si è mai verificato un incidente”, ha dichiarato.

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome