Genova: un 13enne si suicida gettandosi nel vuoto, dopo lite con la mamma

Un ragazzino di 13 anni ha litigato con la madre per poi togliersi la vita gettandosi da un balcone: è la tragedia accaduta oggi a Genova, nel primo pomeriggio, in via Borzoli, sulle alture del capoluogo ligure, nei pressi dei giardini Montecucco. L’adolescente è morto sul colpo: sul posto sono intervenute le volanti e i vigili del fuoco, allertati da alcuni vicini di casa.

Suicidio Genova

La madre del giovane è stata a sua volta soccorsa e trasportata in ospedale, in stato di choc, in codice giallo al San Martino di Genova. Il ragazzino è morto dopo essere precipitato nel vuoto da una passerella esterna ad un condominio, al quarto piano: nonostante i soccorsi, per lui non c’è stato nulla da fare. Secondo le prime ricostruzioni, si tratterebbe appunto di un gesto volontario, ma la dinamica non è ancora confermata.

LA LITE PER GENITORI SEPARATI

Secondo quanto appreso, il ragazzino era seguito dai servizi sociali a causa della reazione avuta alla separazione dei genitori. Una separazione difficile, che aveva visto anche l’intervento del tribunale dei minori. Da una prima ricostruzione, il ragazzino era andato a scuola e non era rientrato a casa. La madre lo ha cercato e lo trovato dopo poco sul ponte che collega gli edifici di via Borzoli. Quando la donna lo ha visto, lo ha rimproverato e il ragazzo si è buttato nel vuoto.

Fonte www.leggo.it

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome