Il fenomeno del sole di Medjugorje: nessun inganno o allucinazione

La Storia siamo noi” ha trasmesso una puntata su Medjugorje, il paesino della Bosnia-Erzegovina nel quale dal 24 giugno 1981 sei persone (allora adolescenti dai 10 ai 16 e oggi padri e madri di famiglia) affermano di ricevere apparizioni della Vergine Maria, tre di essi quotidianamente.

Il programma è andato in onda qualche mese fa. Oltre a raccontare la storia delle apparizioni ed intervistare alcune delle veggenti, la trasmissione ha affrontato la questione anche da un punto di vista scientifico. Parlando delle varie e innumerevoli commissioni mediche, composte da vari specialisti, che studiano e hanno studiato i veggenti durante le presunte estasi in questi 30 anni, si è sottolineato che tutte sono giunte alle stesse conclusioni (cfr.Medjugorje Scientific Investigation e Scientific Research on Medjugorje visionaries). Il dott. Luigi Frigerio, intervistato, le riassume: «sicuramente queste documentazioni dimostrano che non c’è frode, inganno, né patologia e questo stato alterato di coscienza non trova spiegazione scientifica in linea naturale». Lo conferma Giorgio Gagliardi, psicofisiologo e psicoterapeuta, tra le altre cariche docente alla Scuola Europea di Ipnosi e Psicoterapia Ipnotica di Milano e membro del Centro Studi Parapsicologici di Bologna: «frode o inganno cosciente lo escludo».

Medjugorje è anche lo scenario in cui accadono strani fenomeni celesti. Proprio il 18 marzo 2010, è avvenuto il fenomeno del sole che pulsa davanti alla troupe de La Storia Siamo Noi che ha tentato di filmarlo. Le telecamere non sono riuscite a riprendere il fenomeno a causa della particolare luce, ma è possibile osservare lo stupore delle persone attorno. La stessa giornalista, Elisabetta Castana, ribadirà più volte l’immenso stupore per l’avvenimento. A causa di questo episodio viene chiamato Valerio Rossi Albertini, fisico del CNR, che raggiunge Medjugorje e porta con sé una telecamera ad alta definizione corredata di filtri speciali. Il fenomeno solare però non si ripete, ma il cielo sopra le colline ha sprazzi improvvisi di luce, come scie luminose. Il fisico spiega: «nei 2 giorni di riprese effettuate del sole non abbiamo osservato fenomeni anomali. Le spiegazioni potrebbero essere meteorologiche più che astrali. Per quanto riguarda le colline circostanti effettivamente, qualcosa di particolare si è registrato. Abbiamo fatto rilevazioni solo ottiche. C’è bisogno di ulteriori prove». Occorre però spiegare la coincidenza che proprio in questo angolo del mondo accadano questi rari e particolari fenomeni metereologici.





Qualche critico ha parlato di suggestione collettiva. Eppure Fausta Marsicano, psicoterapeuta presente durante il fenomeno solare ha risposto.

«Posso escludere che sia un fenomeno di suggestione. E’ stata una percezione sincronica. E poi non c’era nessuna relazione di empatia tra noi». Dato che il fenomeno delle presunte apparizioni mariane non si è ancora concluso, la Chiesa cattolica prudentemente non si è ancora espressa in modo definitivo. Il 17 marzo 2010 la Santa Sede ha comunque istituito, presso la Congregazione per la Dottrina della Fede, una speciale commissione internazionale di inchiesta e di studio sulle apparizioni.




Fonte it.aleteia.org

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome