Home BLOG Mauro Leonardi FaroDiRoma – Di nuovo i lager. Il commento di Mauro

FaroDiRoma – Di nuovo i lager. Il commento di Mauro

Pubblicità

FaroDiRoma – Di nuovo i lager. Il commento di MauroLa notizia nuda e cruda è difficile da digerire. Da un documento riservato, emerge che l’Europa prepara «aree di carcerazione» per fermare i flussi di migranti nel periodo estivo. Purtroppo, cioè, è una questione europea, cioè nostra. Quindi, dobbiamo trasformarla in una questione civile nel senso più alto: una questione di civiltà.

Pubblicità

Può un continente come l’Europa, madre, culla, guida, della cultura occidentale arrivare a tanto, cioè a ripristinare i lager? Abbiamo così poca memoria da non sapere cosa evoca questo nome? Eppure, l’inchiostro dei tatuaggi degli ultimi sopravvissuti alla Shoà è lì a ricordarcelo, a dirci che non si stipano gli uomini in centri di raccolta, mai. Chi crede irrispettoso usare la parola lager fuori dal tragico contesto genocidio-shoà-soluzione finale, scorra per favore le foto dei campi profughi di questo secolo. Certo, ci sono delle differenze: non c’è in programma una soluzione finale, non c’è una teoria sulla razza ariana, non ci sono deportazioni di massa, insomma non ci sono le leggi razziali e il nazismo.

Però quello che c’è di simile inquieta.

Pubblicità

Filo spinato. Reti metalliche. Schedature. Centri di smistamento e identificazione. Donne bambini e uomini ammassati. Che si chiamino “aree di carcerazione” o campi profughi non cambia il fatto che qui, di “civile”, non c’è più nulla.

L’Europa è civile non perché fatta di cittadini ma perché fatta di ogni cittadino e nessuno è di serie B o A. Sono tutti cittadini, tutti degni di una civitas comune: patria e casa.

Può un popolo civile come siamo, ricco come siamo, pieno di tanta storia e cultura, reduce da due guerre mondiali e da tanti altri conflitti “minori”, che porta i propri ragazzi in gita scolastica ai campi di concentramento, che celebra la giornata mondiale della gioventù proprio in Polonia – nazione che ha conosciuto cosa succede al di là del muro di un campo – può questa Europa non trovare un’altra soluzione per questi uomini, che non sono “deportati” ma loro malgrado trascinati da guerre, povertà e persecuzioni? I nostri millenni di cultura sono pronti o no a portare frutti? Ad abbattere muri? Lo so che è l’ora delle risposte: tutti abbiamo fame di risposte per questa crisi, lo so che è l’ora delle risposte. Ma per avere le risposte giuste dobbiamo farci le domande giuste. Sono quelle che ho fatto e si riassumono in una: noi, chi siamo?

Di Don Mauro Leonardi

Articolo tratto da FaroDiRoma


Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,916FansLike
17,749FollowersFollow
9,751FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

Preghiera alla Madonna di Fatima

La preghiera alla Madonna di Fatima per affidare con fiducia le...

La bellissima preghiera alla Madonna di Fatima Recitiamo insieme questa potente supplica alla Vergine di Fatima... LA PREGHIERA: Maria, Madre di Gesù e della Chiesa, noi abbiamo...