Eva Pevarello (X Factor): ‘È la Madonna che mi ha dato la forza durante la malattia’

Il racconto bellissimo di Eva Pevarello: “Maria mi è stata vicina durante la malattia e mi protegge tutti i giorni

Eva Pevarello

Chi è Eva?

Eva, classe 1990, tatuatrice di professione e cantante lanciata nel 2016 da X Factor. Nasce a Thiene (Vicenza), in una famiglia di giostrai e da bambina gira in lungo e in largo la Penisola a bordo di una roulotte: «I miei genitori avevano un tiro a segno e animavano le feste patronali, le sagre e le fiere di tutta Italia. Tra i miei parenti c’è chi continua a fare questo mestiere, compresa mia nonna che ha 91 anni e lavora ancora con il suo banchetto di zucchero filato!»,

Tra gli zii di Eva sono ci due famosi stuntmen, di quelli che se le davano di santa ragione nei film di Bud Spencer e Terence Hill e si lanciavano dalle balconate dei saloon con la stessa disinvoltura con cui si salterebbe da un muretto di campagna.

Uno zio che suona il violino, un padre che la adora e una nonna, attrice e cantante, con una granitica fede in Dio, completano il quadro in cui Eva è cresciuta: «Mia nonna è sempre stata molto credente. Da bambina mi parlava amorevolmente di Gesù e della Madonna, e io li sentivo vicini. È una sensazione difficile da spiegare, ma da allora quella certezza non mi ha mai abbandonata».

Intanto il tempo passa, Eva si diploma in disegno e forma una band femminile, Le quote rosa, con la quale si esibisce in tutto il Veneto.

La malattia

La sua vita sembra aver imboccato la strada giusta quando scopre di avere un linfoma di Hodgkin. Per lei inizia un calvario fatto di medici, esami e tanta paura del futuro. «Avevo fatto analisi di routine, scoprendo che alcuni valori erano alterati. È stato terribile, ho temuto il peggio», racconta la giovane. Ma è in quei frangenti di paura e incertezza che Eva riscopre quel sentimento di fede custodito nella profondità della sua anima. «Ho sentito una grande forza farsi spazio dentro me. Era la fede, quella fede appresa da bambina dalle parole di mia nonna».

Eva Pevarello

La Madonna e X Factor

Nonostante la drammaticità del momento, infatti, Eva non si è mai sentita sola. «Sono convinta che, se non avessi avuto la fede a sostenermi, non avrei mai superato la malattia», prosegue la cantante. «In quel momento mi ci sono aggrappata con tutta me stessa e oggi sono qui, perfettamente guarita. Lo vedi questo?», chiede mostrando un anello che raffigura la Madonna di Lourdes. «Maria è sempre con me, sento che mi protegge e segue i miei passi. Durante tutto il periodo della malattia mi è stata vicina e continua a farlo, ne sono convinta».

Superata la bufera, nel 2016 Eva si presenta alle audizioni per X Factor con il brano Un’altra corsa, in cui racconta la sua esperienza di malattia che commuove i giudici della trasmissione. Supera le selezioni e arriva in finale, classificandosi terza con Voglio andare fino in fondo, un brano scritto per lei da Giuliano Sangiorgi.

Sanremo e il successo

La trasmissione è un trampolino di lancio grazie al quale partecipa come front woman ai concerti di Carmen Consoli, Max Gazzè, degli Afterhours e, dulcis in fundo, firma un contratto con la Sony.

Nel 2018 partecipa come giovane proposta a Sanremo con Cosa ti salverà, una dolcissima melodia che racchiude un invito a prendersi cura di se stessi e a volersi bene. «Guarda qui», confida Eva, mostrando quattro simboli tatuati sulle dita della sua mano. «Sono un’ancora, un cuore, una croce e una lacrima. Significa che devi stringerti alle cose importanti della vita. Insomma: abbi fede anche se il percorso sarà duro e piangerai durante il viaggio».

Da due anni la vita di Eva è completamente cambiata. Dopo X Factor ha realizzato il suo sogno e quando si guarda nello specchio ancora stenta a crederci.

Fonte www.famigliacristiana.it/Patrizia Ruscio

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni, con il cuore, senza interessi economici o politici, semplicemente perché il cuore ci chiama a farlo. E ci mettiamo passione, costanza, ed anche quel pizzico di professionalità che deve contraddistinguere i cristiani. Ecco perché siamo “missionari di parabole antiche e sempre nuove: chiamati ad esserci, ed a stare anche vicini ad ognuno di voi”.

Un numero sempre maggiore di persone legge Papaboys.org senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Soprattutto quando si parla di cristianesimo.

Purtroppo il tipo di informazione che cerchiamo di offrire richiede molto tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire tutti i giorni i costi quotidiani di Papaboys.org ed abbiamo deciso di chiedere proprio a te che leggi di essere per noi, proprio Provvidenza.

Puoi aiutarci a continuare questa missione sempre meglio e con maggiore spessore ed incisività? L’unica cosa che non possiamo garantirti è aumentare il cuore che ci mettiamo per fare questo lavoro, perché fino ad oggi ce lo abbiamo messo davvero tutto! Ma con un po’ di sostegno in più, possiamo essere davvero più incisivi, per te, e per tutti coloro che ci seguono (quasi 2.000.000 di lettori ogni mese!)

Inviaci il tuo contributo, quello che vuoi, e che puoi. E che Dio ti benedica!

Grazie
Daniele Venturi
Direttore Papaboys.org

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €10.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome