Home News Musicae et Ars Eros Ramazzotti cantava: 'Nato ai bordi di periferia'. La sua gente gli...

Eros Ramazzotti cantava: ‘Nato ai bordi di periferia’. La sua gente gli dedica un murale di 15 metri

Eros Ramazzotti cantava 'Nato ai bordi di periferia'. La sua gente gli dedica un murale di 15 metri
Eros Ramazzotti

Racconta a Leggo il suo amico d’infanzia Augusto

Eros Ramazzotti è “nato ai bordi di periferia” e proprio il quartiere popolare in cui è cresciuto, Lamaro-Cinecittà, gli rende omaggio con un murale grande quanto la facciata di un palazzo, ben 15 metri. Nell’opera di Cosimo Cheone Caiffa il cantante è ritratto giovanissimo e in canottiera bianca. Così lo ricordiamo all’epoca del trionfo a Sanremo Giovani negli anni Ottanta. Il murale nel comprensorio di case popolari in Viale Palmiro Togliatti, a Roma, reca la scritta “Musica è”, che è il titolo di un suo grande successo.

«Abbiamo voluto mostrargli la nostra riconoscenza per tutto quello che rappresenta e quello che continua a fare per noi», racconta a Leggo Augusto, amico di infanzia del cantante. L’idea del murales è stata sua e di altri coetanei residenti che da bambini giocavano nei cortili con Eros Ramazzotti. Il gruppo di amici, classe 1963 o giù di lì, ha deciso il soggetto da raffigurare insieme al cantante. L’idea, nata tra ottobre e novembre, rientra in un progetto di riqualificazione del territorio e ha richiesto una serie di autorizzazioni e di operazioni burocratiche che sono state affidate all’Associazione daSud. Eros è stato informato subito dell’iniziativa.

È stato il figlio di uno degli amici di Ramazzotti a pensare di replicare quanto già fatto in altri quartieri della Capitale, come quello in cui è nato Francesco Totti. Augusto poi ha cercato su Internet l’artista a cui commissionare il dipinto. «Eros – continua l’amico – ci ha voluto dare un contributo e ha scelto il soggetto tra le foto che lo ritraevano all’età in cui se n’è andato da qui. Un disegno che rispecchiasse la nostra giovinezza. E per la scritta pensavamo di inserire tutti i versi di “Musica è”, ma lui ha deciso di mettere solo il titolo con la sua grafia. Quella canzone per questa zona rappresenta tutto. Nessuno lo sa, ma Eros per noi ha fatto parecchio: ci ha aiutato con la squadra di calcio e ha sostenuto le spese di interventi molto pesanti per persone che stavano male».

Credito: Leggo

Sostieni Papaboys 3.0

Anche se l’emergenza Coronavirus rende difficile il lavoro per tutti, abbiamo attivato a nostre spese la modalità di smart working (lavoro da remoto) per stare vicino ad ognuno di voi, senza avere limitazioni di pubblicazione, con informazione e speranza, come ogni giorno, da 10 anni. CI PUOI DARE UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,877FansLike
17,215FollowersFollow
9,623FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

Medjugorje: ‘Cari figli, vi invito a riflettere sul vostro futuro’

Rileggiamo un messaggio dato a Medjugorje dalla Gospa venti anni fa. Sempre attuale, scritto per noi, per la nostra conversione. Meditiamo le parole della Madonna,...