Pubblicità
HomeNewsFinis MundiEra un barman, affermato. Oggi è invece un sacerdote e dice: 'Dio...

Era un barman, affermato. Oggi è invece un sacerdote e dice: ‘Dio è molto insistente!’

Come si smette di fare il barman e di vivere senza essere andati per 15 anni a Messa per poi diventare sacerdote? Padre Juan de Cáceres ha trovato la risposta nella sua vita: “Dio è molto insistente!”.

Padre Juan ha iniziato a studiare Giurisprudenza, ma ha abbandonato la carriera per aprire un bar in cui lavorava come barman. È rimasto circa 15 anni senza andare a Messa, finché un giorno si è confessato ed è tornato alla fede dopo che un amico lo aveva invitato ad alcuni incontri sulla preghiera che gli hanno cambiato la vita.

Oggi è sacerdote della diocesi spagnola di Santander.

Dopo aver terminato il liceo, padre Juan de Cáceres ha iniziato a studiare Giurisprudenza, ma riconosce che non era un bravo studente. Nel 2006, a 28 anni, ha allora deciso di aprire una propria attività, diventata un bar alla moda a Santander.

Con l’arrivo della crisi economica in Spagna, però, quella che prometteva di essere un’attività di successo è diventata fonte di difficoltà, a cui si è unita la crisi dei 30 anni.

“Ero perduto, con un po’ di risparmi per i quali ero preoccupato e per via della crisi non avevo quasi clienti. Oltre a questo, molti amici avevano smesso di uscire come prima perché si erano sposati. Ero solo”, ha affermato in un’intervista rilasciata a El Diario El Montañés.

Aveva smesso di andare a Messa da 15 anni, ma un amico lo ha invitato a vari incontri sulla preghiera, e quello è stato il punto di svolta.

All’inizio, ha ricordato, frequentava gli incontri e poi passava un po’ di tempo con il suo amico, ma a poco a poco qualcosa è cambiato in lui: ha iniziato a frequentare di nuovo la Messa, si è confessato e ha portato avanti gli studi universitari.

La sua vita ha cominciato ad avere nuovamente una direzione, e due anni dopo quel nuovo inizio “ha sentito la chiamata” al sacerdozio, anche se la sua prima reazione è stata “dire di no”.

“Ho accampato qualsiasi tipo di obiezione: il mio lavoro, i miei risparmi, la mia vita. Pensavo che dovevo sistemarmi bene e conoscere una donna che mi facesse felice e con cui potessi costruire una famiglia. Ma Dio è molto insistente!”.

“Da quel momento non ha permesso che quell’idea uscisse dal mio cuore o dalla mia mente”, ha assicurato.

Per questo, quando ha deciso di entrare in seminario ha chiesto al vescovo della diocesi, all’epoca monsignor Vicente Jiménez, di mandarlo lontano da Santander, perché aveva “bisogno di prendere le distanze” dalla sua vita precedente. Per questa ragione è entrato nel seminario di Pamplona.

“Ho lavorato al bar fino al giorno prima di andare a Pamplona, dove ho vissuto tre anni fantastici, dal 2011 al 2014”, ha ricordato. Durante quel periodo, padre Juan ha lavorato anche con la comunità cattolica cinese.

Nel gennaio di quest’anno è stato ordinato sacerdote, e gli sono state affidate le parrocchie delle località di Beranga, Praves, Hazas de Cesto e Solórzano, a Santander.






Oltre a lavorare nelle parrocchie, insegna Religione agli adolescenti tre volte a settimana.

Ma non tutta l’esperienza da barman è stata inutile. Il sacerdote ha infatti ricordato che in quegli anni era “un po’ il confessore di tutti”.

Padre Juan è anche incaricato della pastorale vocazionale della diocesi, perché “molte persone provavano le stesse cose che provavo io ma non hanno saputo come andare avanti, perché a volte la società non te lo permette. Sono qui per ascoltare e accompagnare”.

Fonte it.aleteia.org

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
9,972FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Il Vangelo del giorno: Venerdì, 6 Agosto 2021

Vangelo. Lettura e Commento alla Parola della Trasfigurazione, 6 Agosto 2021:...

Il Vangelo del giorno: Venerdì, 6 Agosto 2021 Commento al Vangelo - Mc 9,2-10: "Questi è il Figlio mio, l'amato." + Dal Vangelo secondo Marco In quel...