Dopo 40 giorni di agonia è morta anche Renata, la mamma della piccola Emily

Dopo 40 giorni di agonia è morta anche Renata, la mamma della piccola Emily

Non ce l’ha fatta Renata Dyakowska, la mamma di Emily Formisano, la bimba di 8 anni morta il 4 gennaio per un incidente con lo slittino sulle piste del Corno del Renon, in Alto Adige. La donna è morta stamattina all’ospedale di Modena.

mamma emily

Reggiana 38enne di origine polacca, era stata trasferita a fine gennaio nella terapia intensiva del Policlinico, sia per ottenere un riavvicinamento a casa sia per le specifiche competenze del reparto nel trattare le patologie che aveva riportato. Nonostante tutte le terapie, le sue condizioni non sono mai migliorate ed è morta dopo 40 giorni di agonia.

PUOI LEGGERE ANCHE

Ciao Emily! Morta a 8 anni mentre era con la mamma sullo slittino a Renon

L’incidente avvenne il 4 gennaio sulle piste del Corno del Renon nelle Alpi sarentine in Alto Adige, dove la famiglia era arrivata per trascorrere una settimana bianca. Mentre il padre stava sciando e le aspettava a fine pista, madre e figlia, a bordo della slitta, sbagliarono direzione e, invece di imboccare la pista riservata, finirono su una pista da sci ‘nera’, molto ripida e proibita a chi pratica lo slittino.

SLITTINO.MAMMADIEMILY

Dopo il primo muro, che ha una pendenza del 40%, presero velocità e si schiantarono contro un albero. La piccola morì sul colpo, mentre la madre, che subì un politrauma, venne intubata e portata in ospedale a Bolzano, da dove, poi, è stata trasferita a Modena.

L’incidente, peraltro, ha creato numerose polemiche in Alto Adige perché il cartello all’inizio della pista, che vietava agli slittini di percorrerla era solo in lingua tedesca, mentre quello più chiaro, con il simbolo di divieto alle slitte, si trovava più in basso, a circa cento metri dalla partenza della ‘nerà, quando però la discesa fatale della piccola Emily e di sua mamma Renata era già cominciata.

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni, con il cuore, senza interessi economici o politici, semplicemente perché il cuore ci chiama a farlo. E ci mettiamo passione, costanza, ed anche quel pizzico di professionalità che deve contraddistinguere i cristiani. Ecco perché siamo “missionari di parabole antiche e sempre nuove: chiamati ad esserci, ed a stare anche vicini ad ognuno di voi”.

Un numero sempre maggiore di persone legge Papaboys.org senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Soprattutto quando si parla di cristianesimo.

Purtroppo il tipo di informazione che cerchiamo di offrire richiede molto tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire tutti i giorni i costi quotidiani di Papaboys.org ed abbiamo deciso di chiedere proprio a te che leggi di essere per noi, proprio Provvidenza.

Puoi aiutarci a continuare questa missione sempre meglio e con maggiore spessore ed incisività? L’unica cosa che non possiamo garantirti è aumentare il cuore che ci mettiamo per fare questo lavoro, perché fino ad oggi ce lo abbiamo messo davvero tutto! Ma con un po’ di sostegno in più, possiamo essere davvero più incisivi, per te, e per tutti coloro che ci seguono (quasi 2.000.000 di lettori ogni mese!)

Inviaci il tuo contributo, quello che vuoi, e che puoi. E che Dio ti benedica!

Grazie
Daniele Venturi
Direttore Papaboys.org

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €15.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome